Allontanati dalle forze dell’ordine pseudo tifosi ubriaconi e cannaioli

Tutti scappano dal PalaVignola, non vogliono avere nulla a che fare con questi delinquenti.

CASERTA-  Mai riconosciuti dal Club Volalto  mai dato adito di niente.

Eppure dei personaggi, che non rappresentano la parte sana dei ragazzi casertani, si presentano spavaldi ad ogni partita muniti di fiaschi di vino e cannabis.

Chi c’è’ dietro a questi ? Chi li guida?

Palavignola sempre più vuoto, eppure è una squadra che costa qualche milione di euro non è che, per colpa di questi ‘smargiassi’, subisce riflessi negativi e finisce sulla bocca di tutti?

Perchè questo si dice in città: tifosi ubriachi e drogati che vogliono dettare legge come i camorristi , camorristi che lo Stato, in questa terra, ha sconfitto.

Ci sono comportamenti delinquenziali di pseudo-tifosi, con una occulta regia: silenzio e nessuno interviene. Tutto ha un limite, la Volalto ha sempre rispettato la legalità ma Caserta è illegale e malata nell’anima

Le forze dell’ordine (sia Carabinieri che Polizia) sempre vigili, attente e presenti ad ogni partita per garantire tranquillità, e ciò nonostante, sono comparse scritte minacciose e di morte alla quale  gli organi proposti non hanno dato ancora risposta.

Caserta non merita la A1! A qualcuno non è andato che si è dimostrato a quelli capaci e competenti da 20 anni sul mercato, e  in nove mesi si è in A1.

La Volalto, se vogliamo, è una società al di fuori degli schemi tradizionali e non ha mai fatto mistero di non avere paura di niente e di nessuno.

Caserta è piena di speculatori e, anche se si conosce la verità, nessuno parla. Non è andata  giù a molti in particolare a quei “ricottari” che speculavano sul Volley che sono ‘piatti vacanti’ che ostentano di avere ma non tengono l’uocchie pe chiagnere.