Cardellini salvati dall’orecchio attento di un appassionato

CASERTA – Operazione lampo antibracconaggio effettuata in data odierna dal comando stazione del Corpo Forestale dello Stato di Caserta coordinato dal comandante Paolo Verdicchio coordinatore anche del comando di Castelvolturno. L’orecchio attento di un residente aveva notato il canto melodioso persistente di cardellini sempre nello stesso punto su di un albero proprio in pieno centro…

CASERTA – Operazione lampo antibracconaggio effettuata in data odierna dal comando stazione del Corpo Forestale dello Stato di Caserta coordinato dal comandante Paolo Verdicchio coordinatore anche del comando di Castelvolturno.
L’orecchio attento di un residente aveva notato il canto melodioso persistente di cardellini sempre nello stesso punto su di un albero proprio in pieno centro di Casera con precisione a metà del corso Trieste. Notava che fra le chiome era stata piazzata una gabbietta che racchiudeva pulcini di cardellino. La tecnica più in uso dai bracconieri è quella d’istallazione reti gigantesche fra gli alberi solitamente in natura od in piena campagna, ma arrivare a tanto ha veramente stupito tutti. Allertati gli uomini della forestale che hanno costatato i fatti , si è dovuto ricorrere ai vigili del fuoco che giunti sul posto, hanno prelevato la gabbietta con la scala mobile del mezzo in dotazione , e  nell’immediato si provvedeva a liberare i giovani cardellini nella piazzetta Aldo Moro (ex giardini del vescovo) che spiccavano subito il volo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *