Casertavecchia: Le prime multe per il parcheggio selvaggio

Una cattiva abitudine: parcheggiare in divieto senza pagarne le conseguenze, succede a Casertavecchia. Ma sembra che , qualche giorno fa, una pattuglia dei vigili urbani , è stata inviata nel borgo, per controllare  il rispetto delle regole, con non poche conseguenze sul centro cittadino a causa della carenza del personale. “Per mandare la pattuglia a Casertavecchia…

Una cattiva abitudine: parcheggiare in divieto senza pagarne le conseguenze, succede a Casertavecchia.

Ma sembra che , qualche giorno fa, una pattuglia dei vigili urbani , è stata inviata nel borgo, per controllare  il rispetto delle regole, con non poche conseguenze sul centro cittadino a causa della carenza del personale.

“Per mandare la pattuglia a Casertavecchia ho dovuto lasciare sguarnita la città, sottolinea Luigi De Simone, il capo dei vigili urbani. In servizio ci sono 49 vigili e 20 ufficiali. I turni in una giornata sono tre. Secondo la legge regionale dovremmo avere un operatore di Polizia per ogni 600 abitanti, dunque 130. Siamo meno della metà. Per un Comune in dissesto ci sono molti paletti per le assunzioni e l’amministrazione sta cercando soluzioni. È importante dunque che i cittadini facciano prevalere il buon senso”.

Con l’arrivo delle belle giornate, Casertavecchia è stata presa d’assalto dai turisti.

Tanti visitatori restano colpiti dalla bellezza delle architetture del borgo ma anche dalla bruttezza delle autovetture parcheggiate in divieto di sosta.

Quindi, a nostro avviso, si dovrebbe lavorare per tutelare civiltà e dignità perché non si può migliorare se non vanno messi da parte gli interessi personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *