Dopo il Reggia Express i Reggia scafi radiocomandati nelle vasche

Dopo il Reggia Express i Reggia scafi radiocomandati nelle vasche. Il treno è partito alle ore 10:00 da Napoli e alle ore 17:00 per il ritorno da Caserta. Il biglietto di andata e ritorno include la visita degli Appartamenti della Reggia, con audio guida. Inoltre la visita libera del Parco, nonché la partecipazione ad un laboratorio…

Dopo il Reggia Express i Reggia scafi radiocomandati nelle vasche. Il treno è partito alle ore 10:00 da Napoli e alle ore 17:00 per il ritorno da Caserta. Il biglietto di andata e ritorno include la visita degli Appartamenti della Reggia, con audio guida. Inoltre la visita libera del Parco, nonché la partecipazione ad un laboratorio didattico e alla degustazione di Mozzarella DOP Campana. E’ stato possibile effettuare la sola corsa di andata o ritorno al 50% delle tariffe indicate e senza l’ingresso alla Reggia di Caserta.

Dopo il Reggia Express i Reggia scafi radiocomandati nelle vasche

Il prossimo appuntamento è per domenica 9 aprile 2017.

I costi del biglietto sono i seguenti: intero € 18,00, ridotto dai 6 ai 18 anni (non compiuti) € 9,00; il biglietto è gratuito da 0 a 6 anni non compiuti. I biglietti si possono acquistare tramite i canali Trenitalia, a presso le biglietterie e i self service in stazione e nelle agenzie abilitate.

Il Reggia Express è stato realizzato sul modello del Pietrarsa Express. Il treno storico che da oltre un anno collega la stazione di Napoli con il Museo Ferroviario di Pietrarsa.

Gli altri appuntamenti previsti per il 2017 sono il 14 maggio, l’11 giugno, il 10 settembre, l’8 ottobre e il 12 novembre.

La segnalazione: Dopo il “Reggia express”, ora i  “Reggia scafi radiocomandati nelle vasche“.

Alcuni cittadini casertani, soliti frequentare il complesso monumentale dell’Unesco, ci hanno segnalato che le vasche vengono utilizzate per svago.

Tale prassi consueta non è sottoposta a controllo, pertanto, la riflessione nasce spontanea:

“Come mai un sito monumentale come quello della Reggia di Caserta, la cui Amministrazione sta portando alla ribalta della cronaca nazionale la moltiplicazione degli accessi turistici, non viene opportunamente controllato e tutelato?”.

Lasciamo ai lettori le considerazioni!

Dopo il Reggia Express i Reggia scafi radiocomandati nelle vasche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *