,

Elezioni Provinciali, tra chiacchiere e ambizioni, i nomi

Avatar Redazione
Home > Cronaca > Elezioni Provinciali, tra chiacchiere e ambizioni, i nomi

CASERTA – Chiacchiere d’ombrellone o progetti ponderati e già rodati? Sotto questo sole non è dato  saperlo, intanto in città sale la temperatura e l’attesa, soprattutto tra i consiglieri, per le elezioni provinciali in programma il prossimo 12 ottobre. Tra i protagonisti della nuova battaglia elettorale ci saranno certamente quattro o cinque consiglieri del comune di S. Maria C. V..

In maggioranza ad ambire ad un posto nella sede di Corso Trieste a Caserta ci sono Francesco Petrella, Davide Fumante e Salvatore Mastroianni, mentre tra i banchi dell’opposizione in campo figurerà sicuramente Francesco Di Nardo in quota Pd. Ma procediamo con ordine. Petrella e Fumante dovrebbero correre a sostegno della candidatura Presidente di Carlo Marino, mentre Mastroianni, indirizzato da Paolo Romano e De Mita, starebbe vagliando il sostegno alla candidatura a Presidente di Giorgio Magliocca. Chi di sicuro correrà con Marino sarà Francesco Di Nardo, unico esponente partitico in competizione. E allora cosa potrebbe succedere? Lavoriamo di fantasia: immaginiamo dovesse vincere Marino, e pensiamo all’elezione di tutti i nostri consiglieri comunali, Petrella e Fumante si troverebbero in maggioranza in compagnia di Di Nardo (che invece al consiglio comunale siede nei banchi dell’opposizione), con Mastroianni, che al contrario, sarebbe costretto a vestire i panni di opposizione a differenza di quanto accade nell’aula Martucci. Uno sconvolgimento della programmazione politica quotidiana sammaritana che non avrebbe precedenti e che potrebbe ereditare qualche strascico polemico invernale. Di certo il sindaco Mirra non sosterrebbe mai la candidatura di Mastroianni, forte dell’accordo con Marino, così come, imponendone due alla sua maggioranza, rischierebbe di non vedere eletto nessun dei suoi più fedeli consiglieri comunali. Prima o poi, dunque, sarà costretto a trovare la quadra a differenza di Francesco Di Nardo che punta tutto sulle dinamiche del Partito Democratico sotto l’attenta regìa della sua deputata di riferimento Camilla Sgambato. Cosa faranno i ‘boschiani’ invece? Il consigliere Agostino Baldassarre resta ancora il prediletto per la competizione provinciale? E’ ancora troppo presto, fa ancora troppo caldo per agitarsi. Rimandiamo tutto a fine mese quando le elezioni provinciali saranno l’esclusivo argomento al centro del dibattito politico .

Avatar Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta Kest’è

Caserta Kest’è

Giornale online con tematiche di politica, attualità e sport di Caserta e provincia

Cerca
Categorie