Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime news, gli eventi e le attività di Caserta Kest'è

,

Gimmi Cangiano:”Gli amici dei centri sociali, oggi sono state vittime del loro stesso impegno”

Avatar Redazione
Home > Cronaca > Gimmi Cangiano:”Gli amici dei centri sociali, oggi sono state vittime del loro stesso impegno”

Sull’episodio avvenuto ieri mattina  a Caserta, palazzo Farina, passaggio Marvasi 10, accanto al Comune, dove un immigrato ospite dell’ex canapificio , che frequentava USB in piazza Vanvitelli, è andato in escandescenza, minacciando i  dipendenti del sindacato, i condomini,  finanche il portiere del suddetto stabile con un coltello, abbiamo chiesto ed ottenuto un’intervista,nel tardo pomeriggio di ieri, dal coordinatore regionale Fratelli d’Italia, Gimmi Cangiano, il quale ha sulla vicenda ha voluto sottolineare che: ”sono gli effetti dell’immigrazione che tanto qualcuno si vanta di portare in Italia ma è chiaro che più si andrà avanti, più sarà peggio.

Dobbiamo fare il possibile per evitare questi episodi. Sicuramente le politiche di questi giorni non ci aiutano; infatti, sono aumentati gli sbarchi e continua ad aumentare il numero di immigrati senza una fissa dimora.

Quindi, la questione della sicurezza, per noi, dice Cangiano, deve continuare ad essere una battaglia perché Caserta ha bisogno di risposte serie, di più sicurezza, più controlli, lanciando un messaggio anche agli amici dei centri sociali che oggi sono state vittime del loro stesso impegno, che c’è qualcosa che non va anche nel sistema creato a sostegno degli immigrati.

La chiusura dell’ex Canapificio, continua il coordinatore regionale, è stata una cosa positiva ma dobbiamo stare attenti però dove vengono collocate queste strutture e quindi, anche il Comune, stessi i cittadini, devono iniziare a segnalare laddove vi sono difformità rispetto a queste situazioni. Il Prefetto e più in generale, le forze dell’ordine, devono avere il controllo di queste situazioni, creare una mappatura di dove e in che modo vengono erogati questi servizi perché dietro l’immigrazione c’è un business nell’accoglienza, per i servizi, per i trasporti e quindi dobbiamo prestare attenzione.

Secondo noi, sottolinea Cangiano, l’unica soluzione al blocco di questa immigrazione senza controllo, è il blocco navale, cercando di l’imitare l’arrivo degli immigrati perché fino ad oggi ci sono state fatte solo chiacchiere, in quanto continuano ad arrivare sulle nostre coste.

L’intervista continua con il coordinatore regionale Fratelli d’Italia, il quale chiede al Comune di fare delle verifiche con riguardo alle cooperative ubicate sul Corso Trieste che ospitano degli immigrati. “Quindi, chiediamo di fare dei controlli perché vi sono decine di appartamenti sul Corso Trieste, affittati  a degli immigrati. Consigliamo di fare qualche controllo in più e cercare tutti insieme, senza colore di appartenenza politica di risollevare questo centro della città che merita tanto. In conclusione, Gimmi Cangiano invita tutti i sostenitori del partito Fratelli d’Italia a partecipare quest’oggi ad Atreju 2019, la ventiduesima edizione della kermesse organizzata da Fratelli d’Italia, che quest’anno si terrà all’Isola Tiberina di Roma.

 

https://www.facebook.com/location.thedoctors/videos/2499493420136928/?comment_id=2526743887448282&notif_id=1568917596945979&notif_t=group_comment

Avatar Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta Kest’è

Caserta Kest’è

Giornale online con tematiche di politica, attualità e sport di Caserta e provincia

Cerca
Categorie