I PAPABILI DI FRATELLI D’ITALIA PER LE REGIONALI

CASERTA – Per Fratelli d’Italia alle prossime  Regionali cinque uomini e tre donne. Questa è la formula scelta per conquistare uno scranno a Palazzo Santa Lucia. In campo ci saranno Gimmi Cangiano, dirigente nazionale e già coordinatore regionale, che cinque anni fa è rimasto fuori dal parlamentino napoletano per il perverso gioco dei resti nonostante…

CASERTA – Per Fratelli d’Italia alle prossime  Regionali cinque uomini e tre donne. Questa è la formula scelta per conquistare uno scranno a Palazzo Santa Lucia.

In campo ci saranno Gimmi Cangiano, dirigente nazionale e già coordinatore regionale, che cinque anni fa è rimasto fuori dal parlamentino napoletano per il perverso gioco dei resti nonostante l’affermazione rotonda il quale in un post su fb scrive:
Questi timidi accenni di campagna elettorale, sono stati fantastici. È vero. È strano mantenere le distanze. Ancora più strano è non potersi stringere la mano, un gesto che per me vale sempre più di mille parole. Ma nemmeno la mascherina può nascondere la passione che ho letto negli occhi delle tante persone che ho incontrato. La voglia di mettersi in gioco. Di riprendere quel percorso che questo maledetto virus ha interrotto così bruscamente. Quegli occhi pieni di coerenza. Di dignità. Di appartenenza. Oggi la nostra comunità militante si attesta a percentuali altissime. Ma nel vostro sguardo c’è tutto l’orgoglio di una strada che è stata per lo più in salita. Sono fiero di poter essere interprete di tutti questi sentimenti. Non ci spaventano i sondaggi. I valzer di nomi. Gli equilibri precari che esistono altrove. Noi abbiamo tatuate nel cuore le parole di Giorgia Meloni: siamo un partito che non tradisce mai. Nè gli elettori ne gli impegni assunti. Ma siamo anche un Partito che non si spaventa dinanzi a nulla. Le sfide ci intrigano. E quella più bella oggi si chiama Edmondo Cirielli.

In lista anche un altro istituzionale del partito come Enzo Pagano, già segretario provinciale di Fratelli d’Italia.

Candidato, poi, il consigliere regionale uscente Alfonso Piscitelli che ha aderito da poco a Fratelli d’Italia.

In corsa per il grande salto il sindaco di Prata Sannita Damiano De Rosa che, comunque, non dovrà dimettersi perché il Comune che amministra è al di sotto dei cinquemila abitanti.

Il quinto uomo dovrebbe essere rappresentato dall’ex sindaco di Castel Morrone Pietro Riello.

Per le donne, invece, ci dovrebbero essere la consigliera di Maddaloni Alessandra Vigliotti, quella di Piedimonte Matese Sara Petella e la consigliera provinciale Gabriella Santillo.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *