Inaugurata una sede Lega a Caserta, senz’anima

CASERTA- Ieri pomeriggio in Corso Trieste, l’inaugurazione di una sede LEGA senz’anima. Al taglio del nastro sono state dichiarate 300 persone dagli organizzatori, ma chi era presente dichiara sarcasticamente che molti, erano curiosi e abituè del sottostante caffè-ristorante MIA . Ad attendere l’inaugurazione, ci sono nemmeno un centinaio di  partecipanti :“Non è mica una festa” prova…

CASERTA- Ieri pomeriggio in Corso Trieste, l’inaugurazione di una sede LEGA senz’anima.

Al taglio del nastro sono state dichiarate 300 persone dagli organizzatori, ma chi era presente dichiara sarcasticamente che molti, erano curiosi e abituè del sottostante caffè-ristorante MIA .

Ad attendere l’inaugurazione, ci sono nemmeno un centinaio di  partecipanti :“Non è mica una festa” prova a giustificare una signora. 

Tant’è che dopo una frettolosa , a dir quasi blindata apertura della sede,   i pochi presenti sono stati invitati a scendere ed impedito di scattare foto, forse perché nei comunicati dovevano essere allegate quelle da diversa angolatura, per dare una parvenza numerica diversa.

Nelle affermazioni enucleate dai paeudo coordinatori, quella che ci lascia perplessi ed un po’ ci fa sorridere, è la dichiarazione  rilasciata  ai giornali dal commissario cittadino, tale Finizio di Tommaso,  il quale ricordiamo ai nostri lettori, aveva rinnegato la Lega durante le elezioni del scorso 4 marzo. Oggi si esprime ad un noto quotidiano con le seguenti parole : ”si tratta di un importante pietra fondamentale per la costruzione della Lega a Caserta ma non permetteremo a chi è salito su altri carri di portare avanti il nostro progetto parole che non combaciano con il suo operato”.

Sull’evento o presunto tale ,è intervenuto anche il sammaritano Mastroianni che afferma : ”non guardiamo ai cosiddetti portatori di voti ma al progetto da portare avanti presto saranno aperte altri sedi”.

Mentre il romano Barbaro, che ha ricevuto il supporto politico da Caserta (kEST’è)  evidenzia che c’è solo un’anima nella Lega e, non può essere disconosciuto il lavoro profuso dalla Castiello e Cantalamessa ricordando alla stampa, che esiste un unico segretario provinciale.

I fatti noti, in realtà ,sono ben altri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *