La Reggia… e le marruzze

Ai visitatori che hanno sfidato il gran caldo per visitare il parco sono apparsi evidenti i problemi che la siccità sta causando tra vasche quasi a secco ed erba ingiallita. Nelle fontane dei Delfini e di Eolo l’acqua era evidentemente melmosa. Quasi tutte le vasche si presentano con un insolito colore verdastro con il livello…

Ai visitatori che hanno sfidato il gran caldo per visitare il parco sono apparsi evidenti i problemi che la siccità sta causando tra vasche quasi a secco ed erba ingiallita.

Nelle fontane dei Delfini e di Eolo l’acqua era evidentemente melmosa.

Quasi tutte le vasche si presentano con un insolito colore verdastro con il livello vistosamente più basso del normale.

Anche i giochi d’acqua risultano penalizzati per il minore afflusso di acqua che arriva alla cascata, ridotta ad appena un filo.

Pressione bassa anche per le due fontanine presenti lungo il percorso che conduce alla fontana di Diana ed Atteone.

Bagni…ne vogliamo parlare?

L’ondata di caldo, inoltre, sta determinando problemi anche ai prati e alla vegetazione.

I turisti intervistati all’uscita, erano disgustati dalla visita hanno detto di non aver mai visto un Bene ridotto al degrado più totale : fontane sporche, immondizia dappertutto etc etc . Fuori nella Piazza lo spettacolo,non è da meno e la  competenza  è comunale….e mi vengono in mente le 2 marruzze…

Insomma, mi sono scusato con gli ospiti e vergognato della ‘nostra’ Reggia e di Caserta essendo  casertano*

La soluzione al momento ipotizzata è quella della riattivazione di un complesso sistema a pompe per favorire il riciclo di acqua ma le apparecchiature sono ferme da anni.

*(casertano lo è anche chi non vi è nato, ma ha scelto di far parte della nostra comunità).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *