La vignetta italiana che risponde a Charlie Hebdo …

Sulla pagina Facebook del settimanale  Charlie Hedbo, compare uno scheletro vestito di nero – la morte – che scia. Intorno, le scritte “La neve è arrivata” e “non ce ne sarà per tutti“. Già a  settembre Charlie Hebdo, la rivista francese aveva fatto ironia sulle vittime del terremoto nel centro Italia. Il sindaco di Farindola,…

Sulla pagina Facebook del settimanale  Charlie Hedbo, compare uno scheletro vestito di nero – la morte – che scia. Intorno, le scritte “La neve è arrivata” e “non ce ne sarà per tutti“.

Già a  settembre Charlie Hebdo, la rivista francese aveva fatto ironia sulle vittime del terremoto nel centro Italia.

Il sindaco di Farindola, Ilario Lacchetta, rende noto di aver dato mandato affinché venga predisposta una querela nei confronti della rivista e degli autori della rappresentazione. Quanto deciso, è in linea con la decisione dei mesi scorsi presa a seguito della tragedia di Amatrice (Rieti).

Immediata la risposta del disegnatore Ghisberto, visibile sulla sua pagina Facebook, per rispondere a quella pubblicata dal settimana satirico francese, Charlie Hebdo, riferita al disastro dell’Hotel Rigopiano che ha scatenato molte polemiche.

A tutta velocità, il soccorritore alpino mostra il dito medio alzato e impugna la bandiera con orgoglio mentre la morte si domanda cosa stia accadendo.

La satira deve far riflettere, comunque ritengo – dice Ciro Guerriero di Caserta Kest’è- che  bisogna dare il giusto significato alla satira. In questo caso, l’attacco volge direttamente al governo italiano e alle persone che hanno concorso in simili sciagure. Per quanto sia di cattivo gusto (è forse lo è) il suo scopo è suscitare una reazione, anche di indignazione o scandalo, per evitare che si perpreti con altre sciagure…Kest’è !!!

 

, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *