Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime news, gli eventi e le attività di Caserta Kest'è

Nuovo incendio tossico:il sindaco Velardi attacca i rappresentanti di Capodrise e San Nicola la Strada

Avatar Redazione
Home > Cronaca > Nuovo incendio tossico:il sindaco Velardi attacca i rappresentanti di Capodrise e San Nicola la Strada

Il sindaco di Marcianise, Antonello Velardi, denuncia l’ennesimo incendio di rifiuti appiccato nella notte in via Retella, tra San Nicola la Strada e Capodrise, attraverso un post sul noto social network:

“Anche stasera, stanotte, la notte tra il 16 e il 17, mi segnalano un’aria irrespirabile in alcune zone di Marcianise. Un’insopportabile puzza di plastica e di letame. Mi sono davvero rotto le scatole, soprattutto perché anche stavolta la puzza è provocata da un incendio divampato non a Marcianise, ma nei comuni vicini. Paghiamo per colpe non nostre!

Le fiamme sono state appiccate nella stessa area di ieri sera. Il luogo è via Retella, in territorio del comune di San Nicola la Strada, ai confini con Recale e Capodrise. Un’area snodo. Chi ha dato l’allarme è anche corso sul posto: ha notato nel buio pneumatici e rifiuti accatastati. A proposito di allarme, è stato difficile interloquire con le forze dell’ordine. La polizia municipale di quei comuni neanche ha risposto al telefono. A San Nicola se ne riparla addirittura lunedi prossimo.

È facile immaginare che la prossima notte verrà dato alle fiamme ciò che è  rimasto. Chi stasera è andato sul posto ha notato uno strano viavai di auto: tutto molto sospetto. È indispensabile che le polizie municipali di quei Comuni vadano a dare un’occhiata domani, almeno un’occhiata. Qui sotto pubblico la mappa di Google con la zona e con le coordinate precise del luogo: facilito il compito, spero.

Sono incazzato nero per l’ennesimo raid. E per l’assoluta mancanza di programmazione di un’azione congiunta. Lo dico qui ai miei colleghi sindaci: così non si va da nessun parte, così ci uccidono. A Marcianise stiamo facendo una grande battaglia per il controllo del territorio: potete per favore stare al nostro fianco e quindi al fianco delle vostre comunità? Con i fatti, non con le parole. Ricordo un particolare che ancora mi mette i brividi: all’ultima riunione al Comune di Marcianise con i sindaci del circondario, quello di Capodrise Angelo Crescente non venne giustificandosi che doveva partecipare ad un vertice di maggioranza. Sì,  un vertice di maggioranza. Roba da matti.

Ribelliamoci, ribellatevi. Pretendete i vostri diritti. Se potete, prendete i forconi: salite sui municipi,  costringete noi sindaci a fare e non a parlare. Costringeteci a tutelarvi, ma in modo serio. State morendo, stiamo morendo. Ma non è giusto morire così.”

Avatar Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta Kest’è

Caserta Kest’è

Giornale online con tematiche di politica, attualità e sport di Caserta e provincia

Cerca
Categorie