Il parcheggio del Civile sequestrato dalla finanza, i dubbi dell’utenza

CASERTA – Pochi sanno, che pur stando nel perimetro del Comune di Caserta, il parcheggio è di proprietà del Comune di Casapulla, incredibile ma vero. Da tempo invece,  erano note a molti, l’illecità che si consumavano nel mega-parcheggio dell’ospedale Civile di Caserta. Un parcheggio che ha operato illegalmente per anni, senza autorizzazioni, violando tutte le…

CASERTA – Pochi sanno, che pur stando nel perimetro del Comune di Caserta, il parcheggio è di proprietà del Comune di Casapulla, incredibile ma vero.

Da tempo invece,  erano note a molti, l’illecità che si consumavano nel mega-parcheggio dell’ospedale Civile di Caserta.

Un parcheggio che ha operato illegalmente per anni, senza autorizzazioni, violando tutte le norme della sicurezza, a partire dall’abitacolo ricettivo, che accoglieva le auto in cerca di spazio di stazionamento.

Finalmente, la Guardia di Finanza, finalmente, ha sequestrato tutto, bloccando le attività e aprendo un fascicolo che sarà al vaglio dall’autorità giudiziaria.

Dall’Amministrazione attuale, è stato approntato un piano in cui sono elencati tutti gli stalli situati nelle vicinanze dell’ospedale in cui gli utenti della struttura potranno parcheggiare. Si parte da uno spazio situato nelle immediate vicinanze del cimitero (nei pressi dell’ingresso del cimitero inglese) dove sono allocati 90 stalli a pagamento, mentre nella vicina piazza Palatucci (il piazzale antistante l’ingresso del cimitero, dove di solito sono posizionati anche alcuni fiorai) sono presenti 80 stalli liberi. Sosta libera anche in via Amendola (30 posti) nei pressi dell’istituto scolastico “Ferraris”, in via Fabricat (20), via Comin (7), via SS. Nome di Maria (80) e via Enrico De Nicola, dove i posti liberi sono addirittura 140. Stalli a pagamento sono presenti, poi, in via Cappuccini (80; prima di giungere in via Amendola, nelle adiacenze del cimitero), in via Di Nardo (dove oltre a 40 stalli a pagamento ce ne sono anche 20 liberi) e sul lato sinistro di via Amalfi (16).

In totale, nelle zone limitrofe all’ospedale, sono disponibili 603 posti auto, di cui ben 377 liberi e 226 a pagamento. Spazi più che sufficienti a rispondere alle esigenze dei cittadini.

Il Signor. D.D.C. poneva questo post alla nostra attenzione : ”Fermo restando il motivo legale e di “atto dovuto” sulla chiusura del parcheggio x i visitatori ed utenti dell’ospedale nonche’ di quella quota notevole di dipendenti che non puo’ parcheggiare nei parcheggi riservati in quanto insufficienti da sempre…da normale cittadino di una citta’ sempre meno “a misura d’uomo” mi pongo delle domande e le pongo a Lei sig. Sindaco ed ai suoi funzionari compartecipi della decisione Dite di aver individuato 603 posti macchina sparsi nell’area “intorno” all’ospedale…ma questi posti, in parte gratuiti ed in parte a pagamento, sono riservati?…non credo…allora riduceteli gia’ di un bel po Avete detto “vicini”…credo che cimitero e cimitero inglese tanto vicini non sono tenendo presente che in ospedale affluiscono a vario titolo molti anziani… Sig Sindaco lei passa mai per via Amalfi in orario di visita ai degenti? Ha mai visto la fila di macchine che ostacola anche la visuale a chi esce dal parcheggio senza mai che ci fosse stato un vigile?…bene immagini quando non si parcheggera’ il carosello di chi cerca un posto…il caos che si ripercuotera’ nelle strade circostanti a macchia d’olio Sig sindaco lei parla di espropri…miglioramento viario…collegamento diretto con la bretella…in quanto tempo?…mesi?…non credo…anni?…mah…decenni?…proobabile Sig Sindaco giusto (?) terminare le proroghe che vanno avanti da un po’…a mia memoria il parcheggio e’ li da appena…30 anni…( ci lavorano i figli di due parcheggiatori di quando si apri l’ospedale anch’essi ora padri di figli…) ma forse sarebbe meglio prima costruire un parcheggio multipiano ( ha presente Siena ad es?) e poi chiudere l’attuale …se parlate di lavori di ben.altra portata questo si farebbe in poco tempo…giusto quello di una piccola…proroga… Sig.sindaco…dulcis in fundo… che fine faranno i lavoratori del parcheggio attuale Scusi le mie perplessita’…sig. Sindaco.”

Ai posteri l’ardua sentenza.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *