Pensionato picchiato dal medico dell’ASL

Guerriero: Il medico di base che ha picchiato un anziano paziente di 86 anni deve essere radiato

A volte vorrei che si trattasse di fake news! 😓😓😓 Invece è tutto tristemente vero! Un medico, fuori al suo studio prima discute e poi aggredisce un paziente anziano che si regge su un bastone. Come se non bastasse, una volta a terra, lo prende anche a calci. 😰😰😰Una storia terribile che tocca da vicino 2 categorie che ho molto a cuore: gli anziani e i medici, letteralmente decimati in queste settimane dal virus maledetto.#andràtuttobene

Pubblicato da Luca Abete – official page su Venerdì 3 aprile 2020

È accaduto nel pomeriggio del 2 marzo fuori dall’ambulatorio del medico. Una coppia di passanti ha ripreso la terribile scena. Erano presenti anche un uomo e una donna.

L’anziano era poggiato sulle stampelle, aveva in mano una cartellina, quando avrebbe chiesto chiarimenti al medico in merito ad una prestazione sanitaria da effettuare. Da qui ne è nato un diverbio, il medico senza pensarci due volte ha colpito il pensionato che è caduto a terra, non contento ha continuato a prenderlo a pugni e a calci mentre l’uomo non riusciva difendersi. In quel momento è arrivata una donna che ha cercato di fermare il dottore. L’anziano ha cercato di rialzarsi, ma era troppo debole.

L’ordine dei Medici della provincia di Lecce ha già intrapreso l’iter disciplinare nei confronti del professionista.
Il medico di 58 anni di Calimera, convenzionato con il sistema sanitario regionale, è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali aggravate.

Il presidente di Caserta Kest’è – Dott. Ciro Guerriero è intervenuto sul caso: “L’offesa non è solo nei confronti di quest’ultimo, cui esprimiamo tutta la nostra solidarietà, ma è anche una gravissima offesa ai danni di tutti i medici (e a quelli della prima linea nel territorio e in ospedale in particolare), che in questi giorni difficili stanno sacrificando tutto e spesso la loro stessa vita per una professione di servizio”.