Per i casertani rientro amaro in città.

Raffica di multe, un record grazie all' istallazioni di macchinette e ZTL

Due milioni e cinquantamila euro di incassi nel 2018.

Il record quest’anno sarà superato. In questi giorni sono in consegna migliaia di multe.

Rientro amaro per gli automobilisti dalle vacanze. Ma il dato dei due milioni è il frutto di un anno di multe a Caserta, la città con gli automobilisti ossessionati dalla Zona a traffico limitato, vittime di ingranaggi delle macchinette che «distribuiscono» orari per il parcheggio, terrorizzati dal carroattrezzi (privati).

La psicosi dei contribuenti per le contravvenzioni non ha fatto calare il numero di multe.

I dati sono forniti dal comando della Polizia municipale.

In compenso, sono aumentati i residenti che usano biciclette per commissioni, anche se la città della Reggia non ha una pista ciclabile degna di questo nome.

E c’è persino chi, seriamente o per scherzo, come il partito delle Buone Maniere, pensa ai risciò e al baciamano.