Spiagge libere chiuse, il divieto anche a Mondragone

Con l’Ordinanza Sindacale di oggi, venerdì 29 maggio, il sindaco di Mondragone, Virgilio Pacifico, ha chiuso l’accesso alle spiagge libere.

La decisione, si legge, è stata presa al fine di far fronte alla diffusione dell’emergenza da coronavirus ed evitare la folta presenza di cittadini.

“In alcune zone della città assumono comportamenti non conformi alle misure nazionali di contenimento del contagio da Covid -19, in particolare in luoghi ove si verificano e si sono verificati considerevoli spostamenti di persone provenienti da tutto il territorio comunale e non solo, quali le spiagge libere, in particolare se non gestite”.

Si legge nella nota:

VALUTATA, l’elevata frequentazione, durante tutto l’arco della settimana, delle spiagge del centro cittadino, ove la pratica dell’esposizione solare può costituire potenziale pericolo per affollamenti e conseguenti assembramenti di persone;

ORDINA dal 29 maggio 2020 e fino all’adozione del piano comunale, per soddisfare la fruizione delle spiagge libere, il DIVIETO DI ACCESSO ALLA SPIAGGIA LIBERA del Comune di Mondragone.

Sulla stessa linea di Pacifico, anche il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, e quello di Bacoli, Josi della Ragione, che decidono di adottare la ‘soluzione lockdown’ per le spiagge.