Sporcizia e degrado in città: cittadini incivili o Amministrazione assente e “cattivo esempio” di civiltà ?!?

 La buona abitudine di “fare quattro passi” per la città, e le frazioni, fa si ,e succede spesso di imbattermi in tante situazioni di degrado e di sporcizia. Mi succede anche di essere fermato da cittadini che lamentano il diffuso stato di degrado del paese e che mi segnalano alcune di queste situazioni, lamentando l’assenza…

 La buona abitudine di “fare quattro passi” per la città, e le frazioni, fa si ,e succede spesso di imbattermi in tante situazioni di degrado e di sporcizia. Mi succede anche di essere fermato da cittadini che lamentano il diffuso stato di degrado del paese e che mi segnalano alcune di queste situazioni, lamentando l’assenza e il disinteresse dell’Amministrazione, ma anche dell’opposizione… A quanto pare, tanti cittadini esasperati mi ritengono “l’ultimo lido” delle loro rimostranze, estremo  “consolator afflictòrum et auxìlium christianòrum” (… si parva licet componere magnis“…”se è lecito paragonare le cose piccole alle grandi)!

Degrado e sporcizia” che è compito primario dell’Amministrazione rimuovere. Mi sono chiesto se l’ambiente pubblico, degradato e sporco, che si presenta in tanta parte della città  non rappresenti una vera e propria “istigazione a delinquere” per i cittadini incivili, che certo non intendo giustificare (anzi, devono essere duramente perseguiti, anche se sarei curioso di sapere se e quanti siano stati mai scoperti e sanzionati).

Quando, poi, alcuni cittadini segnalano al Comune situazioni di degrado, sono per primi gli amministratori, invece di intervenire, a fare lo “scaricabarile” e scoraggiare il civismo di tanti coscienziosi cittadini.

Queste, le foto  di oggi  mercoledi 7 giugno, scattate presso la Scuola di San Clemente Associazione Mamme garanzia di successo in azione per il progetto “Piazza in Campus”…l’amministrazione langue.

Il dovere primario di ogni singolo amministratore e dell’intera Amministrazione è di “fare il proprio dovere”, mettere “in sicurezza” e rendere pulita la città.

Il cittadino ha il diritto di “parlare”, l’amministratore ha il dovere di “fare”!

La situazione di degrado e di sporcizia presente in tante parti della città richiede iniziative e interventi urgenti, seri e concreti da parte dell’intera Amministrazione comunale. Non bastano generici “appelli” di singoli amministratori.

Verba volant, scripta manent”, dicevano i latini… “le parole volano”… “gli scritti (cioè i fatti e le cose concrete) rimangono”… ma per l’affetto che mi lega a chi più e chi meno, mi permetto di chiudere con l’apostolo Giacomo: “Sicut enim corpus sine spiritu mortuum est, ita et fides sine operibus mortua est (“Come il corpo senza lo spirito è morto, così la fede senza le opere è morta”)… lungi da me, povero peccatore, fare l’esegesi di così alta catechesi a un tanti bravi uomini !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *