Studentessa universitaria muore investita dal treno sotto gli occhi del papà ed del fratello

Casalnuovo – Simona Di Marzo, studentessa di appena 21 anni, è morta mentre attraversava i binari. Stava rincasando dopo una giornata trascorsa a Napoli, all’università dove studiava ingegneria aerospaziale. Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto presso la stazione della cittadina a nord di Napoli. Secondo ricostruzione, la ragazza era appena scesa da un treno per raggiungere…

Casalnuovo – Simona Di Marzo, studentessa di appena 21 anni, è morta mentre attraversava i binari.

Stava rincasando dopo una giornata trascorsa a Napoli, all’università dove studiava ingegneria aerospaziale.

Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto presso la stazione della cittadina a nord di Napoli.

Secondo ricostruzione, la ragazza era appena scesa da un treno per raggiungere i genitori sull’altro lato della banchina. Quando ha attraversato i binari, però, non si è accorta di un treno che sopraggiungeva da Caserta ed è stata travolta. La scena si è consumata sotto gli occhi dei familiari.

Sul posto sono giunti i soccorsi che hanno provato, inutilmente, a prestare soccorso alla 21enne.

Sulla banchina una scarpa, poco più in là un lenzuolo bianco a coprire il corpo. Poi a pochi metri un capannello di persone e al centro, seduto, un uomo disperato. È il papà di Simona. La stava aspettando ed invece, inerme, l’ha vista sbalzare e morire nella maniera più atroce.
La notizia della morte della studentessa sta facendo rapidamente il giro dei social. 

Con la mente, il tragico evento di oggi ci riporta nel 2016, quando a morire travolta da un treno, sempre a Casalnuovo, fu la 20enne Raffaella Ascione. Anche Raffaella attraversava i binari. Lei e Simona, purtroppo, resteranno unite da un tragico destino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *