Villetta trasformata in fabbrica clandestina di fuochi d’artificio: Sequestrati 25 chili di polvere nera

Una vicenda che ha dell’incredibile, quella del fruttivendolo di Quarto (Napoli) che ha trasformato una villetta di Mondragone in una fabbrica clandestina di fuochi d’artificio. L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri, i quali durante  il blitz notturno in località Pescopagano, hanno rinvenuto 25 chili di polvere nera oltre a inneschi, scatole e carta da imballaggio.…

Una vicenda che ha dell’incredibile, quella del fruttivendolo di Quarto (Napoli) che ha trasformato una villetta di Mondragone in una fabbrica clandestina di fuochi d’artificio. L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri, i quali durante  il blitz notturno in località Pescopagano, hanno rinvenuto 25 chili di polvere nera oltre a inneschi, scatole e carta da imballaggio.

Secondo  i Carabinieri del nucleo artificieri del comando provinciale di Napoli, i 25 chili di polvere, avrebbero potuto radere al suolo un intero quartiere. L’area è stata messa in sicurezza e fatto brillare il materiale esplodente lungo il litorale di Castel Volturno.

Il 38enne Vincenzo lanni, già noto alle forze dell’ordine, è stato tratto in arresto è tradotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere: dovrà rispondere di detenzione e fabbricazione di materie esplodente di tipo deflagrante. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *