Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime news, gli eventi e le attività di Caserta Kest'è

A rischio le gare di tiro con l’arco previste per il 12 e 13 luglio alla Reggia

Avatar Redazione
Home > Cronaca > A rischio le gare di tiro con l’arco previste per il 12 e 13 luglio alla Reggia

Galeotta fu la gradinata. Quella installata dall’Aru, Agenzia regionale per le Universiadi, nei Campetti della Reggia per accogliere gli spettatori della finale mondiale di tiro con l’arco.

Quella gradinata è più alta di quanto previsto nel progetto presentato un anno fa e, appena installata, gli ispettori della Soprintendenza l’hanno misurata e trovata non a norma.

È scattato così il blocco dell’allestimento, con obbligo immediato di rimozione della struttura.

Un colpo durissimo all’organizzazione. La finale mondiale di Tiro con l’arco all’ombra della Reggia è il momento clou della manifestazione sportiva a Caserta.

E probabilmente di tutta la serie di competizioni giovanili. Per l’intera giornata di ieri sono stati febbrili i contatti tra Comune, che ha la gestione dei Campetti, Soprintendenza e Aru.

Gli organizzatori presenteranno un altro progetto in fretta e furia per eliminare le difformità. Ma non è facile.

Abbassare l’altezza della gradinata significa eliminare centinaia di posti a sedere corrispondenti ad altrettanti biglietti venduti, ormai da mesi.

Quei soldi dovranno essere restituiti a persone che, proprio in virtù di quei posti, hanno magari pagato il volo aereo da località anche distanti e il pernottamento in albergo.

Ma a parte gli aspetti economici c’è in ballo una «figuraccia mondiale», almeno quanto la natura della manifestazione di cui si parla da mesi e mesi come l’evento per eccellenza in Campania.

Da un lato la Soprintendenza che chiede il rispetto di quanto autorizzato, dall’altro l’Aru che minaccia di trasferire il tutto a Napoli.

Nel mezzo il Comune a gettare acqua sul fuoco. «In questo momento la priorità è di riprendere l’allestimento, ovviamente mettendo tutto a norma. La città è pronta a fare da vetrina per un evento internazionale che porterà il nostro monumento sugli schermi televisivi del mondo. Una battuta d’arresto che sono certo si supererà nelle prossime ore grazie alla disponibilità di tutti».

Avatar Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta Kest’è

Caserta Kest’è

Giornale online con tematiche di politica, attualità e sport di Caserta e provincia

Cerca
Categorie