Addio Diana, è morta la piccola guerriera napoletana in cerca di un donatore

Un’infezione polmonare ha spento il sogno e la speranza di poter salvare la piccola Diana, la bambina di 6 anni affetta da aplasia midollare che, come Alex aspettava, da mesi un midollo compatibile per un trapianto da eseguire al Bambin Gesù di Roma. La bimba lottava contro una terribile malattia che aveva scatenato una gara di solidarietà tra la gente. Non è stato possibile trovare un donatore di midollo osseo e il cuoricino di Diana ha smesso di battere. Figlia dell’avvocato napoletano Michele Bisceglia di cui tutti ricordano la forza e la determinazione con cui nei mesi scorsi ha condotto una campagna di sensibilizzazione per trovare tramite i social e manifestazioni in varie piazze di Napoli un donatore compatibile.

Il padre della piccola ricorda con una breve immagine in movimento sul suo profilo Facebook il suo angelo. Centinaia i commenti di cordoglio e di solidarietà e vicinanza a seguito della triste notizia. Anche la redazione di Caserta Kest’è esprime tutta la sua vicinanza alla famiglia Bisceglia.