AMBC: Pretendiamo una comunicazione istituzionale fatta soltanto dal Comune!

Comunicato stampa dell’Associazione Mondragone Bene Comune

Vogliamo iniziare segnalandovi la struggente Lettera-“voce dell’Incaldana– di don Franco Alfierihttps://lucacaiazzo.files.wordpress.com/2020/03/don-franco-alfieri-voce-dellincaldana-1.pdf. Sarebbe bello se tutti i mondragonesi nello stesso giorno, alla stessa ora, si unissero dalla proprie case in preghiera leggendo la bellissima lettera di don Franco. Speriamo che qualcuno organizzi questo flash mob. La città ha diritto ad essere informata sull’<emergenza coronavirus> con puntualità e rigore dalle preposte istituzioni locali ed esclusivamente attraverso i canali istituzionali, a partire dal sito del comune, così come stanno facendo efficacemente quasi tutti i comuni d’Italia(http://www.comune.pomezia.rm.it/coronavirus,http://www.comune.eboli.sa.it/dettagli.aspx?c=106&sc=117&id=1837&tbl=news ne citiamo due tra i tantissimi) e non da chi non ha alcuna funzione/responsabilità/ruolo/competenza di questo tipo o, peggio ancora, mediante passaparola, indiscrezioni e allarmismi vari. Ma possibile che il sindaco Pacifico debba essere sistematicamente scavalcato nelle sue funzioni? O partecipare a <mascherate> non proprio esaltanti? E insistiamo ancora una volta: Perché a Mondragone non è stato attivato il C.O.C.? L’attività di governo della città non si è fermata- per fortuna– e di ciò ne diamo atto alla Giunta, che si è riunita anche l’11 marzo scorso, in piena <emergenza coronavirus>. Anche se per deliberare su questioni non proprio di primissimo piano e non certamente correlate alla grave <emergenza da nuovo coronavirus> che viviamo(http://www.comune.napoli.it/flex/FixedPages/IT/ComunicatiStampaGiunta.php/L/IT così come stanno facendo, invece,altrove e il link è un esempio tra i tanti ). Né per intervenire- per esempio– in ordine all’allarme lanciato dal consigliere regionale Giampiero Zinzi su <Interventi urgenti a tutela della collettività nei Comuni del Litorale Domizio e sui mezzi di trasporto pubblico>http://www.gianpierozinzi.it/attivita/consiglio-regionale/item/1052-coronavirus-e-immigrazione,-interrogazione-di-zinzi-a-de-luca.html.  In tale seduta hanno deliberato, invece, di aderire ad un bando regionale per l’acquisto di arredi per la Mediateca, certificando ancora una volta- sfrontatamente–  che la parte di palazzo acquistata dagli eredi Tarcagnota è stata illegittimamente utilizzata per altro, la Mediateca appunto, e non per il Centro Servizi Turistici- CST per il quale il comune ha ricevuto una barca di soldi comunitari dalla regione Campania. Nei prossimi giorni l’AMBC segnalerà ancora una volta la questione alla regione Campania e alla Procura regionale della Corte dei Conti. La Giunta ha deliberato anche di presentare, sempre all’ente regionale, un progetto di digitalizzazione museale per la fruizione e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Nulla da dire sulle finalità del progetto, se non che continuiamo a restringere l’intervento culturale sempre e soltanto al Museo e continuiamo a tenere il Museo da decenni sempre nelle mani degli stessi, ormai diventati quasi <di ruolo>, a tempo indeterminato. E anche di questo cercheremo prossimamente di occuparci. E ora qualche ulteriore segnalazione per cercare di contribuire a far trascorrere ai nostri concittadini in serenità queste necessarie giornate casalinghe. Iwww.archivioluce.com si può frequentare ogni campo del sapere: cinema, arti, storia, politica, sport, attualità. In questi giorni, infatti, sul sito dell’Archivio Lucesarà caricata una selezione, appena digitalizzata, di 300 documentari muti: filmati rari dal 1927 al 1931 con unasezione dedicata proprio ai viaggi nel mondo, intitolata Cinemobile. Saranno anche create nuove playlist video e servizi redazionali con tanti filmati e tantissime foto. Tra gli impegni informativi c’è <Cinecittà News>, sul sitohttps://cinecitta.com/IT/it-it/cms/1/luce-cinecitta.aspx, conaggiornamenti costanti anche in questo periodo, mentre prosegue l’attività del database dedicato alla diffusione del cinema contemporaneo all’estero, https://www.filmitalia.org/p.aspx?t=index&l=it. Infine, l’esposizione permanente all’interno degli Studi di Cinecittà, che racconta la grande storia della <Fabbrica dei Sogni> e lancia la campagna social <A casa con Cinecittà>, pubblicando speciali post sui propri profili Facebook, Instagram e Twitter. Tutto su www.cinecittasimostra.it. E terminiamo segnalandovi che Ilmanifesto.it  è gratis per tutti: il quotidiano ha deciso di buttare giù il paywall del sito per consentire a tutti un’informazione libera e di qualità in questi giorni di emergenza. Approfittatene per leggere contenuti attendibili e senza pubblicità! Buona casa a tutti!