Arrestato giovane pusher davanti a una scuola. Aveva droga nelle mutande

Il ragazzo, 16enne, è il figlio di un noto componente del clan della camorra locale Belforte, deceduto già da diverso tempo

È stato sorpreso in flagranza di reato e arrestato dalla polizia perché spacciava hashish fuori scuola. Le forze dell’ordine hanno fermato a Marcianise,  un ragazzo di 16 anni, figlio di un noto componente del clan della camorra locale Belforte, deceduto già da diverso tempo. Nel corso della perquisizione, i poliziotti hanno scoperto tra i vestiti del giovane, diversi bastoncini di droga.

Il pusher è stato sottoposto alla misura cautelare della permanenza in casa e, quindi, è stato consegnato alla famiglia. La polizia, di ronda in borghese fuori le scuole cittadine, si è accorta che due ragazzi seduti su una panchina si stavano passando le sostanze stupefacenti. Quindi, sono intervenuti, scoprendo che il più giovane, 16enne, teneva nascoste nelle parti intime una ventina di stecche di hashish, dal peso di 28 grammi.Condotto al centro di prima accoglienza per minorenni di Napoli, il ragazzo, a seguito della sentenza del giudice per le indagini preliminari del Tribunale, è stato condotto a casa con l’obbligo di permanenza, invece di essere trasferito  in una comunità come richiesto dal pubblico ministero, visto che, secondo il parere dell’accusa, c’era il pericolo di recidiva.