Automobilisti trattati come polli da spennare

Le strisce blu indicano quei posti in cui è possibile parcheggiare la propria auto dietro pagamento di un ticket. Il crescente contenzioso tra cittadini e pubblica amministrazione per le multe illegittime elevate per presunte irregolarità o per violazioni inerenti il ticket di sosta di chi parcheggia sulle c.d. “strisce blu“ dimostra che gran parte di queste sanzioni sono illegittime e che fin…

Le strisce blu indicano quei posti in cui è possibile parcheggiare la propria auto dietro pagamento di un ticket.

Il crescente contenzioso tra cittadini e pubblica amministrazione per le multe illegittime elevate per presunte irregolarità o per violazioni inerenti il ticket di sosta di chi parcheggia sulle c.d. “strisce blu dimostra che gran parte di queste sanzioni sono illegittime e che fin troppo spesso i Comuni le stanno utilizzando per “fare cassa”?

Non è infrequente che il cittadino trovi sul parabrezza una multa per aver lasciato l’auto in sosta oltre l’orario coperto dal ticket regolarmente acquistato ed esposto. Il mancato rinnovo del grattino, tuttavia, non integra un illecito sanzionabile: il Codice della Strada, infatti, prevede soltanto che il ticket debba essere acquistato ed esposto in maniera visibile, ma non si pronuncia sulla possibilità che, una volta scaduto, non sia stato rinnovato.

l dettaglio non è passato inosservato alla giustizia italiana, come dimostrano le pronunce dei Giudici di Pace che hanno portato la vicenda sino all’attenzione del Ministero.

Intanto in città si ha la sensazione che i parcheggiatori abbiamo ricevuto una direttiva precisa: nascondersi e beccare tutti quelli che parcheggiano anche trenta secondi prima della scadenza del periodo di pagamento nelle strisce blu…e qualcuno incazzato posta :’Allora fanno bene a scassare le macchinette’….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *