Bar frequentato da troppi pregiudicati: licenza sospesa

Maddaloni. Gli agenti del locale commissariato di polizia hanno dato esecuzione al provvedimento di sospensione della licenza di pubblico servizio ad un noto bar ubicato nei pressi di via Francesco Mercorio, l’arteria che costeggia il locale stadio comunale Dei Cappuccini e la chiesa dei Missionari Oblati. Il motivo: troppi pregiudicati che frequentano il suddetto bar. Quindi, la polizia ha sospeso  la licenza per 15 giorni, dopo controlli intensi a seguito  dei quali è emerso che all’interno del bar vi fosse la presenza costante di numerosi soggetti gravati da precedenti giudiziari.

Infine, segnalato il tutto alla Questura di Caserta che a sua volta, dopo aver visionato la documentazione prodotta dai poliziotti, ha presentato al Questore la richiesta della sospensione della licenza per quindici giorni, ottenuta e messa in atto dagli stessi agenti di polizia. La sospensione della licenza del bar è stata sancita in base all’articolo 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (Tulps), che prevede:

“Oltre i casi indicati dalla legge, il questore può sospendere la licenza di un esercizio, anche di vicinato, nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini, o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini. Qualora si ripetano i fatti che hanno determinata la sospensione, la licenza può essere revocata.”


error: Content is protected !!