Caro Sindaco serve più cura per i parchi pubblici: la segnalazione pervenuta / Foto

Nella cronica mancanza di spazi per bambini che affligge la città, e nel lungo cahiers de doléances che racconta lo stato di abbandono dei parchi casertani, dal centro alla periferia, riceviamo in redazione la segnalazione di un residente che scrive: Porto alla vostra attenzione le condizioni pietose del parco pubblico a Centurano, via Pasteur/ via…

Nella cronica mancanza di spazi per bambini che affligge la città, e nel lungo cahiers de doléances che racconta lo stato di abbandono dei parchi casertani, dal centro alla periferia, riceviamo in redazione la segnalazione di un residente che scrive: Porto alla vostra attenzione le condizioni pietose del parco pubblico a Centurano, via Pasteur/ via Mendel. La frequentatissima area giochi per i bimbi è infatti ormai ridotta ai minimi termini. E come se non bastasse, tra le erbacce spuntano rifiuti di ogni genere. Bottiglie di vetro e di plastica, scatolame di alluminio, carta, cartone e rifiuti vari fanno brutta mostra di se ovunque anche se spesso il tutto è occultato dalle erbacce. In molti punti, poi, dei cestini per la raccolta dei rifiuti è rimasto, quasi a perenne ricordo, solo la base in ferro: che vergogna!!! E che dire delle panchine su cui residenti e turisti potrebbero sedersi e godersi il fresco del parco. La maggior parte di esse sono spaccate o completamente rotte mentre quelle su cui ci si potrebbe sedere sono praticamente invase dalle erbacce. Ma la cosa che rattrista di più è vedere le giostrine dedicate ai bambini che da anni continuano ad essere rotte, inutilizzabili e persino pericolose per coloro che si azzardano ad utilizzarle. Quindi, degrado e abbandono ovunque. Il verde pubblico della stupenda e straordinaria città di Caserta è sempre più vittima della superficialità e dell’insensibilità politica con cui l’Amministrazione Marino governa. A tal proposito vogliamo fare un appello: Caro Sindaco vogliamo curare il verde pubblico, vogliamo pulire i parchi, vogliamo fare qualcosa per la nostra città? Cosa aspettiamo? 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *