COSAP, ICP: SOSTEGNO AL COMMERCIO, ARRIVA L’OK DEL CONSIGLIO COMUNALE DI CASERTA

Apprendiamo dal sito ufficiale del comune di Caserta che il Consiglio comunale ha ratificato la delibera proposta dalla Giunta che nelle scorse settimane aveva approvato i provvedimenti di sostegno alle attività produttive pesantemente colpite dall’emergenza coronavirus.
“Come avevamo promesso – ha spiegato l’assessore Emiliano Casale – siamo stati velocissimi nel completare tutte le procedure per rendere effettivi i provvedimenti di sostegno al commercio. Il sindaco Carlo Marino aveva annunciato in piena emergenza che non avremmo abbandonato i commercianti, nei giorni successivi abbiamo elaborato ed approvato in Giunta la delibera ed ora l’iter si è completato in Consiglio comunale”.
Il provvedimento prevede innanzitutto che i versamenti Cosap (Canone per l’Occupazione di Spazi ed Aree pubbliche) anche per le aree mercatali e ICP (Imposta Comunale sulla Pubblicità), già pagati per i periodi di chiusura, saranno recuperati in funzione dei successivi periodi di occupazione. Inoltre, le occupazioni di suolo pubblico per attività di somministrazione, commerciali e/o artigianali, ed aree mercatali, saranno pagate al 50%, della superficie occupata, che potrà essere anche ampliata, laddove possibile. Altra importante novità è che le strutture e gli arredi mobili installati negli spazi antistanti gli esercizi, in deroga al regolamento, potranno anche superare la proiezione orizzontale delle pareti che lateralmente delimitano il locale e sarà possibile utilizzare anche aree a verde o spazi liberi adiacenti o in prossimità dell’attività. La delibera prevede anche che gli esercizi artigianali per la cura della persona, quali barbieri, parrucchieri, estetisti e similari potranno, laddove possibile, installare gratuitamente sedie e/o divanetti per la clientela in attesa.
Prossimamente approderà in Consiglio anche il Regolamento “Norme per la regolamentazione dell’occupazione suolo pubblico” che contiene diverse novità in vista di questo difficile periodo di ripartenza post emergenza.
“Si tratta – ha aggiunto Casale –di nuove modalità per occupare gli spazi, in maniera più moderna ed efficiente, decise dopo una attenta analisi che ha coinvolto tutto il centro storico. Come ho avuto modo di dichiarare quando portai la delibera all’attenzione dell’esecutivo cittadino, metteremo finalmente ordine e aggiorneremo norme non più al passo con i tempi e con il necessario sviluppo commerciale del capoluogo”.