D’Agostino: “Porte chiuse per colpa del Comune”

Gli sportivi su tutte le furie. Menzogne in diretta facebook di Marino.

 CASERTA – Il presidente Giuseppe D’Agostino ha tenuto una conferenza stampa a  poche ore dall’ufficialità delle porte chiuse per Casertana-Juve Stabia, presso la sede sociale di Corso Trieste, per chiarire come sono andate le cose:  “Non sapevamo niente di questa situazione. Il Comune di Caserta c’aveva garantito più volte che i lavori non avrebbero inciso sulla stagione della Casertana. Ci siamo attivati in prima persona per fare in modo che si potessero utilizzare gli spogliatoi del palazzetto in sostituzione di quelli interessati dai lavori. Giovedì scorso la Commissione di Vigilanza ha evidenziato una piccola problematica e siamo prontamente intervenuti, spendendo 1.7000 euro, per realizzare opere che non toccavano certo a noi. Ieri alle ore 16 i lavori erano stati completati e l’ing. Biondi del Comune avrebbe dovuto darci l’agibilità. Ma il problema era che la Questura non era stata mai formalmente avvertita dell’inizio dei lavori. Non era stato presentato dal Comune ufficialmente il progetto dei lavori, né tantomeno il nuovo piano di sicurezza visto che i cantieri andavano ad incidere sul afflusso e deflusso del pubblico. Noi siamo totalmente estranei a queste dinamiche. Se non si gioca è soltanto per colpa del Comune di Caserta. Una brutta figura agli occhi dell’Italia intera. A prescindere dagli evidenti danni economici. Bisogna che ognuno si assuma le proprie responsabilità! Le mie quali sono?! Portare avanti una società senza macchia. Appena otto giorno fa ho pagato 320 mila euro e la stessa cosa farò tra quindici giorno. Le loro responsabilità quali sono?! Nessuna? Di dire cose non vere sui social? Non mi vedrete più a Caserta. A fine stagione iscriverò la squadra ma poi passerò la mano. Chiaramente chi è interessato alla Casertana dovrà mettere soldi sul tavolo. Sono tre anni che aspetto il sindaco allo stadio. L’avete visto? Può darsi che non siamo graditi. Ho provato a contattarlo ieri, ma non ho avuto il piacere di sentirlo. Stamane non era presente all’ultimo sopralluogo”.

 


error: Content is protected !!