Digos sulle tracce dei contestatori al Pinto

Caserta – Una pattuglia della locale stazione dei Carabinieri, é intervenuta prontamente al Pinto, presso la sala stampa, dove ha raccolto le dichiarazioni dei presenti. Sono stati effettuati anche rilievi.

I contestatori, pseudo tifosi, si erano premeditatamente armati di un estintore in dotazione ai locali dell’impianto e  pochi minuti prima dell’annunciata conferenza stampa, hanno cominciato a inondare sui presenti il monossido di carbonio in esso contenuto. Quando l’involucro ha esaurito la sua carica, gli aggressori, hanno pensato di completare la loro opera intimidatrice, lanciando contro gli astanti le sedie in distanziamento presenti in sala.

L’incresciosa vicenda  ha dato seguito ad  un fuggi fuggi generale nella quale, anche i vili autori del gesto hanno trovato momentaneamente la via di fuga, passando all’interno del manto erboso dello stadio, dove si sono disfattia delle mascherine e delle tute bianche indossate per il raid, per infine dileguarsi in via Laviano.