Domani ‘Marcia contro l’impianto’ anche tu

Avatar Redazione
Home > Sociale > Domani ‘Marcia contro l’impianto’ anche tu

Domani ‘Marcia contro l’impianto’ anche tu

Il comitato ‘Marcia contro l’impianto’ che si terrà domani, sabato 13 maggio, ha rivolto un appello a tutte le forze politiche, a tutti i consiglieri comunali del Capoluogo ed a tutti i movimenti e alle associazioni per difendere il patrimonio monumentale dall’impianto dei rifiuti che dovrebbe sorgere a Ponteselice. “Il corteo è stato convocato per difendere il diritto alla salvaguardia dei nostri beni, il diritto a sviluppare una vera cultura del turismo e il diritto alla salute di tutti i cittadini, anche di quelli delle periferie. Scendiamo in strada per protestare contro la decisione unilaterale del comune capoluogo e per protestare contro le procedure poco trasparenti da esso adottate per realizzare l’impianto.

L’ appello in una nota giunta in redazione, è stato accolto anche da Caserta Kest’è e dal MNS, lo affermano i dirigenti regionali Ciro Guerriero e Francesco Melone i quali ad unisono scrivono:” Il dovere verso la nostra Comunità e l’impegno costante, per il nostro Territorio ci impongono di partecipare al corteo di sabato, in questo momento storico, non esistono bandiere, ma il nostro territorio da difendere insieme.”

La dichiarazione dei consiglieri comunali di Forza Italia a Caserta (Nicola Garofalo, Emilianna Credentino ed Alessio Dello Stritto) : “Realizzare impianti per il trattamento della frazione organica è una necessità primaria per l’intero territorio, ma la scelta di costruirlo a Ponteselice è senz’altro errata. La nostra è una posizione tutt’altro che barricadera, ma costruttiva e parte dalla convinzione che trasportare e trattare circa la metà dell’umido prodotto in provincia in una zona densamente popolata ed a 800 metri dalla Reggia sia un errore evidente. Insomma questo PD è sempre più in crisi di orientamento sulle scelte strategiche, da un lato si riempie la bocca di aver determinato il rilancio della Reggia, e dall’altro, proprio nei pressi di Palazzo Reale vuole portare i rifiuti. Marino chiarisca le sue reali intenzioni e poi dia vita ad un’operazione verità in tempi stretti se non vuole perdere i fondi previsti dalla Regione Campania. I cittadini hanno il diritto di conoscere la natura del progetto e le conseguenze di una scelta che investe anche i Comuni limitrofi”. a tutte le forze politiche, a tutti i consiglieri comunali del Capoluogo ed a tutti i movimenti e alle associazioni per difendere il patrimonio monumentale dall’impianto dei rifiuti che dovrebbe sorgere a Ponteselice. “Il corteo è stato convocato per difendere il diritto alla salvaguardia dei nostri beni, il diritto a sviluppare una vera cultura del turismo e il diritto alla salute di tutti i cittadini, anche di quelli delle periferie. Scendiamo in strada per protestare contro la decisione unilaterale del comune capoluogo e per protestare contro le procedure poco trasparenti da esso adottate per realizzare l’impianto. Al momento non si conosce la natura della struttura da realizzare e non esiste un solo atto amministrativo dell’amministrazione comunale di Caserta dove sia indicata l’area che lo dovrebbe ospitare. Abbiamo cercato in queste settimane di far comprendere al sindaco Carlo Marino che una soluzione alternativa c’è, tra le compostiere di quartiere (che potrebbero fornire fertilizzante ai tanti agricoltori e allevatori delle borgate tifatine) e la realizzazione di un impianto in uno dei Comuni della provincia di Caserta che, vista la presenza di aree idonee, avevano dato la disponibilità al bando regionale. Chiediamo che tutta la gestione, così come la legge prescrive, sia affidata all’Ato provinciale, di cui è presidente il sindaco di Marcianise Antonello Velardi, e chiediamo ufficialmente al direttore della Reggia Mauro Felicori di dire chiaramente alla città, lui che in questi mesi si è presentato come esperto qualificato di turismo e gestione dei beni culturali, cosa ne pensa di questa vicenda e se ritiene compatibile e armonico un impianto da 40mila tonnellate con il progetto di una città turistica che sappia valorizzare i propri beni”.

Al momento non si conosce la natura della struttura da realizzare e non esiste un solo atto amministrativo dell’amministrazione comunale di Caserta dove sia indicata l’area che lo dovrebbe ospitare.

Il sindaco di San Nicola Vito Marotta :”­Rifiuto inoltre la strumentalizzazione di chi prova a dividerci tra quelli che sono favorevoli agli impianti e quelli che non lo sono. Ribadisco: si completi il ciclo dei rifiuti con la realizzazione degli impianti necessari, a condizione che siano individuate localizzazioni idonee. Lo Uttaro e Ponteselice non lo sono”. La marcia contro l’impianto dei rifiuti a Ponteselice, appello a Felicori: “Partecipa anche tu”

Anche il commissario provinciale dei Verdi Edgardo Ursomando si è schierato apertamente: “E’ indispensabile che i cittadini di Caserta, insieme a quelli dei comuni limitrofi, si mobilitino per far sì che questa manifestazione riesca nel migliore dei modi. La partecipazione di tutti è necessaria. Se bisogna scendere in piazza per far sentire la nostra voce, allora facciamolo. Mettiamo da parte la pigrizia e investiamo del tempo per il futuro della nostra città, investiamo del tempo per il nostro futuro. Un invito in particolare mi viene dal cuore e mi farebbe piacere se venisse accolto, l’invito speciale è per Mauro Felicori, Direttore della Reggia, la sua partecipazione alla marcia ci onorerebbe. Felicori è persona intelligente e da lui mi aspetto una presa di posizione, su di una problematica che inevitabilmente lo coinvolgerà. Mi auguro che partecipi Felicori, come mi auguro che partecipino tanti cittadini, sarà un momento democratico e di libertà, in fondo la libertà è partecipazione”.

Avatar Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta Kest’è

Caserta Kest’è

Giornale online con tematiche di politica, attualità e sport di Caserta e provincia

Cerca
Categorie