Dopo i tuffi nelle fontane, Sforza crea kaos al Pronto Soccorso

 

Dopo la trasmissione “Le Iene”, che metteva in risalto nazionale la bravata del 37enne broker Sforza ( lo sventatore d’attentati) che a suo dire ha voluto dimostrare l’assenza di sicurezza nel sito UNESCO, anche dopo la morte del capo dell’Isis Al Baghdadi, e pubblicamente richiede la medaglia d’oro, ne ha subito fatta un’altra.

Ha in tarda serata creato il caos, minacciando gli infermieri presenti e colpendo e lanciando per aria sedie ed altri oggetti presso il Pronto Soccorso dell’ Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta,  dopo che aveva accompagnato la mamma per un malore.

La furia di Sforza, pare sia esplosa per la poca solerzia, secondo lui, degli operatori sanitari e per il ritardo con cui sarebbe giunta sul posto l’ autoambulanza chiamata in via Serao, a Caserta, che ha poi prelevato la madre.

Il video dell’aggressione è ora al vaglio degli inquirenti e si sta cercando di capire quali effettivamente i termini della questione, se si sia trattata di una vera e propria aggressione, di uno scoppio d’ira momentaneo o dell’ennesima trovata per creare attenzione mediatica.