Eroina Gialla Killer di Alice: Indagini anche nel Casertano

L’eroina gialla continua a uccidere sempre più persone. Sono tante le vittime di overdose. L’ultima persona a rimetterci la vita è stata un’adolescente di sedici anni, Alice, studentessa di Udine. L’iniezione è stata fatale ed ha causato il decesso della ragazza friulana. Il fidanzato è stato interrogato dagli investigatori della squadra mobile di Udine. Ha…

L’eroina gialla continua a uccidere sempre più persone. Sono tante le vittime di overdose.

L’ultima persona a rimetterci la vita è stata un’adolescente di sedici anni, Alice, studentessa di Udine. L’iniezione è stata fatale ed ha causato il decesso della ragazza friulana. Il fidanzato è stato interrogato dagli investigatori della squadra mobile di Udine. Ha raccontata degli ultimi istanti di vita della sua metà, che è stata strappata all’affetto dei suoi cari in un modo atroce.  20 o 30 euro il costo di una dose. Tra i 21 e i 45 gli anni delle vittime. In pochi mesi l’eroina gialla si è diffusa nella provincia di Venezia, secondo gli inquirenti a causa di una guerra tra bande di narcotrafficanti che stanno cercando di conquistare il terreno, fidelizzare il mercato e fornire ai clienti un prodotto sempre più forte e letale.

La prima vittima, una madre di 30 anni, era stata trovata senza vita in uno stabilimento abbandonato a Marghera. Numerosi anche i casi di persone che sono state trasportate in tempo all’ospedale e si sono salvate.

Le indagini delle forze dell’ordine sono in corso per risalire la filiera e mettere fine alla strage silenziosa causata dalla nuova droga. “Stiamo lavorando giorno e notte per giungere a dei risultati”, ha dichiarato Roberto Della Rocca, capo di gabinetto della questura di Venezia.

La sostanza prende il nome dal colore delle dosi ed è fino a cento volte più pura di quella che si trovava in strada lo scorso anno. L’eroina viene utilizzata insieme ad altre sostanze. In questo caso sarebbe tagliata con un potentissimo analgesico a uso ospedaliero, il Fentanyl, con un’efficacia anche 500 volte superiore alla morfina. I trafficanti sarebbero nigeriani, che dopo aver tolto la piazza dello spaccio ai tunisini, avrebbero iniziato a vendere la nuova droga che ha un effetto devastante sull’organismo.Tra le tante piste, spunta quella del Casertano, dove il clan dei Black-Axe nigeriani operante è tra i più potenti in Italia.

Secondo l’ultimo rapporto della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga del ministero dell’Interno, nel 2016 in Veneto ci sono stati 25 morti per overdose da eroina, 67% in più rispetto al 2015. In particolare, lo scorso anno a Venezia sono morte 9 persone, 5 a Vicenza, 4 a Padova e Verona, due a Belluno e uno a Treviso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *