Europee: Lega al 34%, Pd secondo partito, crollo M5S

Boom della Lega alle elezioni europee: “Adesso si cambia in Ue”, afferma Salvini. “Penalizzati dall’astensione”, commenta Di Maio. Quindi, con il raddoppio dei consensi è la Lega il primo partito in Italia, stando ai risultati delle elezioni europee. Il Pd sorpassa invece i Cinque stelle, crollati rispetto ai picchi raggiunti nelle elezioni nazionali del 2018. Quando mancano da scrutinare poche decine delle 61.576 sezioni la Lega di Matteo Salvini è arrivata al 34,33% e il Partito democratico al 22,67%, mentre il Movimento Cinque Stelle guidato da Luigi Di Maio scende al 17,07% dei consensi. Fra le altre sigle sopra alla quota di sbarramento del 4% seguono Forza Italia all’8,79% e Fratelli d’Italia al 6,46 per cento. “Sotto soglia” si piazzano +Europa di Emma Bonino con il 3,09% dei voti, i Verdi (2,29%) e la Sinistra (1,74%). Da prefisso telefonico le preferenze andate ai partiti delle estreme, sia di destra (come Casa Pound e Forza Nuova), che di sinistra (come il Partito Comunista). Affluenza in calo al 56%. In aumento invece in Europa, oltre il 50%. I populisti avanzano ma non sfondano. In Germania regge la Merkel, seguita dai Verdi. In Francia vince la Le Pen. Nel Regno Unito vola il Brexit party di Farage, primo partito Ue insieme alla Cdu tedesca.La Lega domina in tre circoscrizioni su cinque, ai Cinquestelle restano il Sud e le Isole. Il partito di Matteo Salvini domina al nord-ovest (40,64%) contro l’11% degli alleati di governo, con il Pd che si piazza secondo al 23,47%. La situazione non cambia di molto nella circoscrizione dell’Italia nord-orientale, con la Lega al 41%, i dem al 23,8% e il M5S al 10,30%. Anche nell’Italia centrale, il partito di via Bellerio è in testa con il 33,44% davanti al Partito democratico (26,83%) e ai Cinquestelle (15,95%). Il M5S resiste, invece, al Sud dove è davanti ai partner di governo con il 29,18% contro il 23,31%, con il Pd che si ferma al 17,95%. Questo ’podiò si ripete anche nella circoscrizione dell’Italia insulare, dove il Movimento guidato da Luigi Di Maio sfiora i 30 punti percentuali (29,87%) davanti alla Lega, che tocca il 22,40%, e ai dem, che si attestano al 18,51%.