Fase 2 : In arrivo incentivi in arrivo per bici e monopattini

Da lunedì 4 maggio la parola d’ordine sarà mobilità sostenibile. E la bicicletta (insieme al monopattino) presumibilmente diventerà il mezzo più usato, almeno in città.

Usare il trasporto pubblico non dovrà essere più la prima opzione anche perché metropolitane, tram e bus avranno ingressi contingentati.

E scegliere in massa l’auto privato potrebbe portare alla paralisi del traffico in città.

Così, dal governo all’Istituto superiore di sanità, le istituzioni hanno messo in campo un pressing fortissimo per promuovere le due ruote. Anche a suon di incentivi.

Card da 200 euro per acquisto bici
Il primo bonus dovrebbe arrivare nella settimana che si apre il 4 maggio quando il governo dovrebbe varare il decreto maggio (ex decreto aprile): sarà una card da 200 euro per acquistare bici, anche elettriche, monopattini, o da spendere per i servizi di car sharing e simili nelle grandi città, per cercare di decongestionare i mezzi pubblici ed evitare che nelle ore di punta umenti il rischio contagio da Covid.

La misura è stata confermata anche dalla ministra dei Trasporti Paola De Micheli: «È allo studio il riconoscimento di un “buono mobilità alternativa”, per i residenti nelle città metropolitane e aree urbane con più di 60.000 abitanti, pari a 200 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata
assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini, ovvero per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale». Il sottosegretario ai Trasporti Roberto Traversi ha inoltre indicato la strada del potenziamento delle piste ciclabili: «È nostra intenzione coinvolgere anche i sindaci affinché si cominci a mettere su carta da subito l’avvio di piste ciclabili aggiuntive a quelle già esistenti, magari utilizzando in via transitoria le corsie preferenziali, aprendo nuovi varchi per bici, e-bike e monopattini».