Ginestra: contento della prestazione meno del risultato

Mister Ginestra ha analizzato così il pari di Cosenza: “Quando una squadra fuori casa crea auna dozzina di palle gol c’è poco da dire. Abbiamo dominato la partita e ci siamo fatti i gol da soli, come capita spesso. Dobbiamo continuare a lavorare. Non devo dire niente ai ragazzi. Il primo gol preso l’abbiamo regalato, ma è colpa mia perché chiedo sempre di giocare. Questa è la nostra prerogativa. Cosa vuoi dire ad una squadra che ha creato tantissime palle gol, si è vista annullare due reti e ha giocato sempre a calcio, anche quando siamo stati costretti ad inseguire. Sapevamo che era difficile. Il girone di ritorno è un altro campionato. Basta vedere i risultati di questo turno. Il Rende è una squadra aggressiva. Ma ha retto un tempo. Nella ripresa non sono mai venuti fuori dalla loro metà campo. Nel primo tempo sono venuti fuori a causa dei nostri errori. Sono contento della prestazione; meno del risultato perché meritavamo i tre punti. Siamo riusciti a sbagliare un gol con la palla che era già dentro. Diventa difficile commentare una gara come questa. Meritavamo di vincerla. Ma sappiamo che partite come questa spesso possono riservare brutte sorprese. Abbiamo provato a vincerla in tutti i modi gettando nella mischia anche Floro Flores al fianco di Castaldo e Starita. Ma probabilmente avremmo dovuto fare gol prima. Castaldo? Erano due mesi che non giocava. Per noi è imprescindibile. E’ normale che non fosse al cento per cento. Ha bisogno del suo tempo. Ma oggi ha fatto un’ottima partita. C’ha fatto salire e respirare. Ha fatto due gol D’Angelo, ma non è certo un caso. Avere lui in campo ti permette di gare un certo tipo di gioco”.