GLI OSPITI RAZZIANO I NEGOZI A CASTEL VOLTURNO

Castel volturno – Saccheggiano i negozi a Castel Volturno. Furti sono stati segnalati in questi giorni nei quartieri dove pullulano comunità di immigrati. Ci sono quasi 20mila clandestini in zona. Un esercito occupante.

La tensione è alta. Le restrizioni governative volte ad evitare il contagio di massa del Covid-19 cominciano ed evidenziare crepe nel precario ‘equilibrio’ tra immigrati e italiani che caratterizza il territorio castellano.

Dopo le prime ‘proteste’ e le razzie, l’amministrazione comunale di Castel Volturno si è adoperata con la distribuzione di generi di prima necessità: insomma, portano la spesa agli immigrati. Sennò rubano nei negozi.

Iniziata martedì scorso, è proseguita senza sosta la dispensa di alimenti a cui si è aggiunta quella di farmaci da banco.

La tensione però resta alta. Episodi di violenza si registrano quotidianamente. In città il timore cresce.

Nonostante questo: «Nemmeno uno dei militari del contingente inviato dal Ministro Lamorgese in Campania per vigilare sul rispetto dei divieti imposti arriverà in provincia di Caserta.

C’è da chiedersi con quale criterio la Regione abbia condiviso la ripartizione di queste ulteriori presenze armate sul territorio».

Lo rende noto, in un comunicato, il consigliere regionale Gianpiero Zinzi, in relazione all’invio di un contingente militare di 100 unità che, «secondo notizie di stampa, di queste: 60 saranno impiegate nella provincia di Salerno e 40 a Napoli».

«Una decisione che stupisce, e non poco, – prosegue Zinzi – visto che anche il nostro territorio soffre di difficoltà legate all’aumento dei contagi e alle criticità di singole aree che possono acuirsi in periodi di isolamento e di forte tensione sociale. Penso al litorale domizio dove negli ultimi giorni sono state registrate alcune proteste da parte di immigrati, una situazione che è stata contenuta egregiamente dalle forze dell’ordine, ma che con il passare del tempo potrebbe degenerare. Confidiamo nel sempre attento lavoro della Prefettura di Caserta sul fronte dell’ordine pubblico e della sicurezza»

Ciro Guerriero:  De Luca mentre carica il lanciafiamme per matrimoni e comunioni manda l’esercito a cacciare gli anziani dalle panchine e gli elicotteri a sloggiare chi prende il sole sulle spiagge deserte. Conte e Lamorgese ad inseguire i runner, mentre Borrelli da i numeri…#kestè