I lavoratori della Jabil in presidio all’esterno di Confindustria

Continua la battaglia  dei dipendenti dello stabilimento Jabil di Marcianise, multinazionale americana delle Tlc.

Infatti, adesso hanno spostato la loro protesta a Caserta. Un centinaio di operai si è portato in via Roma nel Capoluogo per urlare la propria rabbia nei confronti della multinazionale americana che gestisce lo stabilimento casertano che ha annunciato il licenziamento di 350 dipendenti su 700. Nonostante si sono svolti anche alcuni incontri negli uffici degli Industriali, la  delicata questione sembra che non si sia ancora risolta.

Oggi un nuovo incontro con iI sindacati che chiedono la sospensione della procedura e un nuovo confronto al Ministero dello Sviluppo Economico; nel primo incontro tenuto al Mise due settimane fa, la Jabil ribadi’ la scelta di licenziare meta’ dei dipendenti dello stabilimento di Marcianise.

L’augurio che alla drammatica situazione dei dipendenti della  Jabil si possa trovare una soluzione.

Naturalmente la protesta  ha avuto ripercussioni anche sul traffico cittadino.

Pubblicato da Ciro Guerriero su Giovedì 18 luglio 2019

VERBALE DI INCONTRO

I lavoratori della Jabil in presidio all'esterno di Confindustria