Il Comune fa bisticcio con Ecocar

Che il comune di Caserta abbia richiesto il pagamento di penali per inadempienze alla Eco.Car. , per noi è una novità alquanto inverosimile. Ebbene sì, è una novità che tende a dimostrare che in tutti questi anni, il rapporto tra l’amministrazione comunale e il titolare del servizio dei rifiuti è stato quantomeno sospetto, probabilmente “…

Che il comune di Caserta abbia richiesto il pagamento di penali per inadempienze alla Eco.Car. , per noi è una novità alquanto inverosimile.

Ebbene sì, è una novità che tende a dimostrare che in tutti questi anni, il rapporto tra l’amministrazione comunale e il titolare del servizio dei rifiuti è stato quantomeno sospetto, probabilmente “ inesistente” sotto il profilo burocratico.

Certamente, non è mai troppo tardi e quindi se hanno deciso di farlo, una ragione ci sarà.

Forse perché sanno che almeno per quanto riguarda i rifiuti, vi sono delle indagini in corso da parte della magistratura? Chi lo sa … Però è facile capire come mai in sei anni bisogna far vedere, almeno per una volta , che se esiste una legge ed un contratto, questi devono essere rispettati.

Quindi l’Ecocar, nella consapevolezza di dover abbandonare i servizi per la Caserta città, ha deciso di tagliare i bonus a tutti i dipendenti, dai semplici operai, passando per dirigenti ed operai.

Quando diciamo bonus, ci riferiamo ai buoni pranzo, i ticket, i premi di produzione e simili.  

Una scelta, che , purtroppo, va a penalizzare tutti i lavoratori del consorzio per questioni che non riguardano i semplici operai dell’azienda e che ingiustamente devono subire. In tutto ciò, noi, siamo ancora in attesa della pubblicazione della gara per il servizio della raccolta dei rifiuti a Caserta, annunciato da quasi un mese e mai pubblicato da Asmel. In allegato la lettera dell’Ecocar

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *