Il SINDACO CAPACE crolla al 98esimo posto nella classifica ‘Governance Poll 2020’.

C’è chi scende e c’è chi sale e…chi sprofonda!

Sono Luca Zaia, tra i governatori, e Antonio Decaro, tra i sindaci, gli amministratori  più popolari secondo Governance Poll 2020, un’indagine sul livello di gradimento dei presidenti delle 18 Regioni a elezione diretta e dei sindaci di 105 città capoluogo di provincia realizzata per Il Sole 24 Ore da Noto Sondaggi.

Una notorietà che è aumentata definitivamente con l’esplosione dell’emergenza Covid, nel corso della quale entrambi, per motivi diversi, si sono sempre fatti trovare in prima linea: il leghista ad affrontare la crisi in una delle regioni più colpite, dove è stato individuato uno dei primi focolai italiani, il sindaco di Bari (Pd) come presidente dell’Associazione nazionale Comuni italiani (Anci), sceso in strada in prima persona a sciogliere gli assembramenti dei cittadini pugliesi durante il lockdown.

Per loro, un consenso quasi plebiscitario: se si votasse in questo momento otterrebbero il 70% delle preferenze.

Mentre a casa nostra, l’ esponente del Partito democratico, Sindaco di Caserta, cala vistosamente nella classifica ‘Governance Poll 2020’

Il sindaco capace come si definiva durante la candidatura Carlo Marino, si trova proprio in fondo alla classifica (98esimo posto) con appena il 43,2% dei consensi ed una performance in netta discesa, come altri 5 sindaci:

Nelle retrovie due figure simbolo a livello amministrativo del Movimento Cinque Stelle: Virginia Raggi a Roma e Chiara Appendino a Torino, rispettivamente al penultimo posto (con un calo di 29 punti rispetto al 67,2% del giorno di elezione) e al 97° (-10,9). Indietro anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris (al 100° posto con un calo di 24 punti).

Tra le grandi città, in lieve crescita i sindaci di Firenze Dario Nardella (34° posto) e di Milano Giuseppe Sala (52°).

 In Campania il sindaco più apprezzato è Vincenzo Napoli di Salero col 59,6%, seguito da Clemente Mastella a Benevento (59,5%) mentre gli altri sono tutti in fondo alla classifica: Gianluca Festa di Avellino al 96esimo posto con il 44.7%; Marino al 98esimo e Luigi De Magistris di Napoli(al 100esimo posto con il 42.3%.