La Benedizione “Urbi et Orbi” di Papa Francesco

"Signore, benedici il mondo, dona salute ai corpi e conforto ai cuori. Ci chiedi di non avere paura. Ma la nostra fede è debole...

Rimbomba nel vuoto di Piazza San Pietro la voce di Papa Francesco, che sotto la pioggia e in piena tempesta coronavirus, scende sul sagrato della Basilica per un momento straordinario di preghiera e per la Benedizione Urbi et Orbi.

Diverse sono le iniziative del Papa in questi giorni che dopo il Padre Nostro che ha voluto recitare due giorni fa e la Santa Messa che va ogni giorno in onda alle 7 del mattino, ma la Piazza deserta è riempita dai cuori di chi, da ogni parte del mondo, si unisce alla preghiera del Pontefice.

I fedeli erano infatti collegati da tutto il mondo per la preghiera e la benedizione ‘Urbi et Orbi’ di Papa Francesco per l’emergenza coronavirus. Qui potete trovare il video ufficiale.

“Il coronavirus ha portato un’umanità finora certa del proprio potere a tornare a chiedere aiuto per la propria salvezza”. Lo ha detto Papa Francesco nel corso del momento straordinario di preghiera che si è tenuto oggi pomeriggio in Piazza San Pietro.

“Siamo andati avanti a tutta velocità, sentendoci forti e capaci in tutto. Avidi di guadagno, ci siamo lasciati assorbire dalle cose e frastornare dalla fretta”, ha detto il Papa, “Non ci siamo fermati davanti ai tuoi richiami, non ci siamo ridestati di fronte a guerre e ingiustizie planetarie, non abbiamo ascoltato il grido dei poveri, e del nostro pianeta gravemente malato.

Abbiamo proseguito imperterriti, pensando di rimanere sempre sani in un mondo malato”. “Ora, mentre stiamo in mare agitato, ti imploriamo: ‘Svegliati Signore!’”, ha aggiunto.