Manifestazione delle scuole contro le degenerazioni dell’ Alternanza scuola-lavoro

CASERTA – Traffico inevitabilmente in tilt nel centro storico di Caserta. Gli studenti del Buonarroti questa mattina sono tornati in piazza insieme a tantissimi studenti delle scuole casertane, per manifestare contro le degenerazioni dell’Alternanza scuola lavoro e per dire che non sono operai (senza paga), né tirocinanti senza diritti. Sono studenti. La manifestazione è partita alle 9.30 dalla stazione del capoluogo.…

CASERTA – Traffico inevitabilmente in tilt nel centro storico di Caserta. Gli studenti del Buonarroti questa mattina sono tornati in piazza insieme a tantissimi studenti delle scuole casertane, per manifestare contro le degenerazioni dell’Alternanza scuola lavoro e per dire che non sono operai (senza paga), né tirocinanti senza diritti. Sono studenti. La manifestazione è partita alle 9.30 dalla stazione del capoluogo.
Ma anche per , che li privano di un sacrosanto diritto allo studio relegandoli a studenti di serie B.

Gli studenti del Buonarroti di Caserta stanno partecipando con motivazioni raddoppiate. «Invitiamo tutti a prendere coscienza che, se anche un solo studente non viene messo in condizioni di raggiungere la propria scuola, è violato il principio costituzionale del diritto allo studio», fanno sapere i ragazzi. VIDEO

Gli stessi, ad oggi sono divisi in tre istituti casertani, seguendo lezioni di mattina e di pomeriggio. Sono gli studenti delle lezioni del pomeriggio ad avere maggiori difficoltà, a causa, in prima istanza, della mancanza di servizio di trasporto visto che la maggior parte di loro vive in zone lontane della provincia.

 

 

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *