Palazzo inagibile, sgombero coatto per casertani e stranieri

Guerriero: “Aiutiamo queste persone, a questa giovane coppia casertana trovare un monolocale'.

E’ in atto da questa mattina l’evacuazione degli inquilini, italiani ed immigrati regolarmente residenti in Via Acquaviva, che purtroppo si trovano adesso in seria difficoltà.

La strada è stata chiusa al transito veicolare dalla polizia municipale. Sul posto sono giunti carabinieri, polizia e guardia di finanza. Non sono state registrate proteste o situazioni di disordine. Tanti i cittadini curiosi si soffermano nel passaggio pedonale per assistere alle operazioni di sgombero.

Presente sul luogo anche il presidente di Caserta Kest’è, dott. Ciro Guerriero, intervenuto perché sollecitato dalla coppia di giovani casertani di cui  c’eravamo occupati in precedenza ( link ) che fino a ieri avevano dimora in quei luoghi, al quale, purtroppo, da alcuni uomini in divisa, gli è stato espressamente vietato di documentare lo stato dei luoghi, impedendogli di informare la cittadinanza.  Guarda video.

 

Pubblicato da Ciro Guerriero su Martedì 15 ottobre 2019

Guerriero: “Aiutiamo questa giovane coppia a trovare un monolocale. Successivamente bisognerebbe eliminare tutte le normative che impediscono il ricambio nelle case popolari potrebbe essere un primo passo. Inoltre bisognerebbe riattivare un tavolo interistituzionale tra regione e comune, a cui partecipino anche esperti e i sindacati. Senza questo dialogo è difficile venirne a capo, perché la regione è proprietaria del patrimonio immobiliare di edilizia popolare e ha la responsabilità di determinare le regole di assegnazione, mentre il comune è proprietario di una parte degli immobili e per altro verso cura la loro assegnazione degli immobili. Se questi due enti non comunicano è impossibile trovare soluzioni”.