Palazzo Noviello: un mese e mezzo di mancata fornitura d’acqua e il Comune se ne lava le mani …anche dei suoi inquilini

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento Sociale Fiamma Tricolore:       Ormai siamo al paradosso e non se ne può  più.  A Santa Maria C.V. si pagano le tasse ma servizi non ce ne sono. A Palazzo Noviello è  un mese mezzo che, sistematicamente, manca l’ acqua nei giorni festivi per festivi e feriali. L’ ultima in ordine cronologico è questa mattina. Dalle nove senza acqua. Il tutto nasce dall’ abbassamento della pressione idrica delle condutture comunali che, secondo gli scienziati del Comune, dovrebbe prevenire eventuali criticità  viarie come quelle sul Corso Garibaldi, piazza San Pietro e Corso Aldo Moro. Crolli dovuti alla presenza costante di perdite di acqua  e la non volontà a fare le dovute manutenzioni. E chi ci rimette? I cittadini. Ai condomini di Palazzo  Noviello, 120 famiglie, è  stato anche risposto che si devono dotare di autoclave e questo comporterebbe ulteriori aggravi di costi di impianto e manutenzione anche sul Comune stesso visto che, in quel Condominio, è proprietario di tutti i primi piani. La strafottenza non ha limiti. Parliamo di un Condominio di 120 famiglie in cui tutti i primi piani sono di proprietà  del Comune. Famiglie che vengono colpite dal loro padrone di casa. Ieri, come Movimento Sociale Fiamma Tricolore, abbiamo protocollato la richiesta di intervento e, se non dovesse esserci riscontro da parte dell’ ente, non scartiamo l’ ipotesi di notiziare il tutto alla Procura della Repubblica.