Parco degli Aranci, nel buco un parco commerciale

CASERTA – Per la zona ex167 denominata Parco degli Aranci, in queste settimane sono stati approvati due progetti che andrebbero a modificarne sostanzialmente l’assetto. Uno dei progetti è quello  presentato dal costruttore Penzi e prevede la realizzazione di un mini-centro commerciale al Parco degli Aranci e la realizzazione di un grande supermercato con attorno dei…

CASERTA – Per la zona ex167 denominata Parco degli Aranci, in queste settimane sono stati approvati due progetti che andrebbero a modificarne sostanzialmente l’assetto.

Uno dei progetti è quello  presentato dal costruttore Penzi e prevede la realizzazione di un mini-centro commerciale al Parco degli Aranci e la realizzazione di un grande supermercato con attorno dei negozi che andrebbero a costituire una sorta di galleria commerciale. Il secondo progetto invece prevede la realizzazione di campi da tennis nella stessa zona, cioè a ridosso della chiesa del popoloso quartiere residenziale alla periferia di Caserta. Entrambi gli interventi prevedono la realizzazione di verde pubblico attrezzatotrattandosi di progetti che verrebbero realizzati in zona F3. I progetti sono sotto la lente di ingrandimento dei consiglieri comunali, dal momento che la sigla F3 in città evoca sempre suggestioni particolari e non propriamente piacevoli, come la vicenda dell’Iperion. Tra i più attenti ad esaminare il progetto, c’è l’assessore all’Urbanistica Stefania Caiazzo.
In particolare, quello che è oggetto di maggiori approfondimenti e non solo da parte della Caiazzo, è quello relativo agli impianti sportivi. Nonostante tutto il cantiere è già
partito e nell’area interessata dall’intercento già ci sono le ruspe. Ulteriori sviluppi si attendono nelle prossime ore, anche se, ad onor del vero, allo stato attuale non c’è
alcuna attività consiliare legata alla realizzazione di tali iniziative che sono completamente private

Duro il commento dell’ex sindaco Pio del Gaudio tramite il suo profilo facebook: 

QUANDO ERO SINDACO SI DISCUTEVA , FORSE TROPPO, DI TUTTO.

OGGI ? NEL SILENZIO PIU’ ASSOLUTO SI AUTORIZZANO SPECULAZIONI EDILIZIE

LA COSA PARADOSSALE E’ CHE CHI ERA CONTRO ALLORA, OGGI TACE.

MI CONVINCO SEMPRE DI PIU’ CHE I PERSONAGGETTI DI ALLORA ERANO IN ASSOLUTA MALAFEDE ALTRIMENTI OGGI NON SAREBBERO SUPINI ED A 90° IN SILENZIO SUGLI STESSI TEMI.

il 13 giugno 2014 l’attuale Sindaco MARINO sbottava ( leggi ):

 «nuova speculazione edilizia che non porterà né benefici né tantomeno servizi speciali alla zona». Il progetto che avrebbe convinto la giunta Del Gaudio poggerebbe sulla realizzazione di nuovi alloggi – si parla di 60 appartamenti – con il piano terra da adibire ad attività commerciali. Per Del Gaudio, invece, la scelta significa proseguire in «tutte le iniziative messe in campo dall’Amministrazione anche nella prospettiva dell’ approvazione del preliminare del Puc che disegnerà il futuro della città di Caserta. Ringrazio, inoltre, il consigliere delegato di zona Antonio De Crescenzo per il prezioso contributo assicurato all’iniziativa».

 

 

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *