Raccolta del farmaco di banco farmaceutico per aiutare gli ammalati

Banco Farmaceutico compie 20 anni. In tale occasione, la GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco – durerà una settimana, dal 4 al 10 febbraio. In questi giorni, sarà possibile acquistare uno o più medicinali da banco in una delle oltre 5.000 farmacie che, in tutta Italia, aderiscono all’iniziativa (riconoscibili dal fatto che espongono la locandina della GRF). I…

Banco Farmaceutico compie 20 anni. In tale occasione, la GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco – durerà una settimana, dal 4 al 10 febbraio.

In questi giorni, sarà possibile acquistare uno o più medicinali da banco in una delle oltre 5.000 farmacie che, in tutta Italia, aderiscono all’iniziativa (riconoscibili dal fatto che espongono la locandina della GRF).

I medicinali raccolti saranno consegnati agli oltre 1.800 enti assistenziali convenzionati con Banco Farmaceutico. Si tratta di realtà che offrono cure e medicine gratuite a chi non può permettersele per ragioni economiche.

La Giornata è resa possibile da quasi 24.000 volontari che svolgono il turno in farmacia e da oltre 15.000 farmacisti.

“Tutti i poveri hanno bisogno di coperte, di alimenti, di vestiti; e, soprattutto, di lavoro. Non tutti i poveri, però – è opinione comune – hanno bisogno di farmaci. Non sempre, almeno, ma solo quando si ammalano. Ecco: questo, in verità, capita molto più spesso, e in misura ben più drammatica, di quanto si immagini. Nel 2018, ad esempio, quasi 540.000 persone in stato di povertà hanno avuto bisogno di medicine, ma non hanno potuto acquistarle. Tuttavia, si sono potute curare ugualmente, grazie all’aiuto degli enti assistenziali. Partecipare alla Raccolta del Farmaco e donare una medicina che sarà consegnata agli enti del proprio territorio è il modo più intelligente per aiutare il mondo della solidarietà e del Terzo settore a fare il proprio lavoro; è il modo più semplice per fare una cosa giusta” afferma Ciro Guerriero, presidente di Caserta Kestè.

“Anche quest’anno le farmacie partecipano con impegno ed entusiasmo alla  Raccolta del Farmaco. In farmacia viviamo in quotidiano contatto con situazioni di grave disagio economico. Sono sempre più numerose le persone che non possono permettersi un farmaco e rinviano le cure o addirittura rinunciano” dichiara Daniela Petrachè , coordinatrice diei giovani di CKè. “Lo spirito di solidarietà è un valore fondante della farmacia in quanto struttura socio-sanitaria di riferimento sul territorio e contraddistingue la nostra professionalità”.

Anche quest’anno la Farmacia Brignola aderisce al Banco Farmaceutico. L’iniziativa sarà operativa durante l’intera settimana (dal 4 al 10 febbraio 2020) e i medicinali raccolti verranno consegnati alla Caritas della Parrocchia Buon Pastore di Caserta.

Se vuoi dare il tuo contributo ed aiutare chi ne ha più bisogno, sai che puoi farlo insieme a noi di #Farmacia Brignola.

La Dott.ssa Paola Mercogliano : Un grazie di ai tanti che questa mattina sono venuti a donare un farmaco a chi non può acquistarne…c’è tempo fino a lunedì 10 febbraio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *