San Prisco piange Giuseppe e Salvatore

CASERTA – Gli abitanti del piccolo centro di San Prisco (Caserta) a due passi dalle popolose cittadine di Santa Maria Capua Vetere e Casagiove, sconvolto per la morte di Giuseppe Mingione, 19 anni e Salvatore Fusco, 24 anni, deceduti a causa di un pauroso incidente stradale sulla Variante 700, intorno all’1.30 del mattino, vicino allo…

CASERTA – Gli abitanti del piccolo centro di San Prisco (Caserta) a due passi dalle popolose cittadine di Santa Maria Capua Vetere e Casagiove, sconvolto per la morte di Giuseppe Mingione, 19 anni e Salvatore Fusco, 24 anni, deceduti a causa di un pauroso incidente stradale sulla Variante 700, intorno all’1.30 del mattino, vicino allo svincolo che porta nel centro della provincia di Terra di Lavoro.

 Il 19enne viaggiava a bordo di una Nissan Micra grigia, mentre il 24enne era a bordo di una Volkswagen Golf di colore nero

Dalle prime indiscrezioni è emerso che sulla Strada Statale 700 Reggia di Caserta, nel territorio di Santa Maria Capua Vetere intorno all’1.30 del mattino le due vetture si sono scontrate a velocità sostenuta e per i due giovani non c’è stato scampo.

Sono centinaia i messaggi di cordoglio a mezzo social lasciati da amici e conoscenti: entrambi i ragazzi erano infatti conosciuti e apprezzati.

I loro genitori lavorano nello stesso ambito (Polizia Penitenziaria). Giuseppe, licale e Salvatore, impiegato, erano entrambi ragazzi perbene e stimati tra le loro conoscenze, amatissimi dagli amici che oggi sono sconcertati e sconvolti.

I loro corpi giacciono all’ospedale civile di Caserta, in attesa dell’esame autoptico necessario agli inquirenti per chiarire altri elementi riguardanti la dinamica dei fatti.

Dopo questo doloroso atto, i corpi saranno riconsegnati alle rispettive famiglie per i funerali che presumibilmente si terranno quindi all’inizio di questa prossima settimana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *