Rom lancia dal balcone una sedia contro i cittadini

 

Rom lancia la sedia contro i cittadini assiepati.

Pubblicato da Caserta Kest’è giovani su Giovedì 25 giugno 2020

 

MONDRAGONE – Cresce di minuto in minuto la tensione a Mondragone tra i residenti dei palazzi ex Cirio, saliti agli onori delle cronache negli ultimi giorni per l’esplosione di un focolaio di 43 casi di coronavirus tra i membri della comunità rom bulgara.

Nelle ultime ore infatti, alcuni manifestanti italiani radunatisi nei pressi dei palazzi hanno protestato contro la gestione dell’emergenza da parte dell’autorità, arrivando quasi allo scontro diretto con i residenti bulgari reclusi nella zona rossa, con la volontà da entrambe le parti di sfondare il cordone sanitario.

Si stanno ora verificando  lanci di sedie e pietre tra bulgari ed italiani. Ci sono circa 200 persone davanti al palazzo dove si trovano i bulgari in quarantena.

“Perché non li avete fermati?” urlano al varco, riferendosi al gruppo di residenti bulgari sceso in strada violando la zona rossa per protestare contro le misure restrittive imposte dall’ordinanza regionale. “Lavoriamo solo quattro mesi all’anno” dice un italiano, “questa situazione ci sta rovinando. I bulgari possono fare tutto invece”.

La Regione Campania ha disposto l’isolamento domiciliare per tutti i circa 700 residenti della zona. I positivi sono quasi esclusivamente della comunità bulgara e tutti asintomatici.

Alcuni dei contagiati sono stati trasferiti presso il Covid Hospital di Maddaloni, mentre la zona è presidiata dalle forze dell’ordine che, con posti di blocchi e lampeggianti, stanno monitorando che nessuno si allontani.

 

AGGIORNAMENTO

Nel corso del fitto lancio di pietre è rimasto leggermente ferito un agente delle forze dell’ordine, facente parte del contingente militare inviato in giornata dietro l’ordine congiunto del presidente della regione Vincenzo De Luca e della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Lo stesso De Luca in giornata aveva affermato: “Questa mattina ho avuto un colloquio con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in relazione alla zona rossa istituita negli ex palazzi Cirio di Mondragone. Ho chiesto l’invio urgente di un centinaio di uomini delle forze dell’ordine per garantire il controllo rigoroso del territorio. Il Ministro ha annunciato l’arrivo di un contingente dell’Esercito”.