Settant’anni di Casapulla, un riconoscimento a coloro che ne hanno scritto la storia

Il Comune di Casapulla settant’anni fa riconquistava la sua autonomia da Santa Maria Capua Vetere e da allora sono stati tanti i personaggi e gli avvenimenti che hanno fatto la storia non solo della cittadina dell’Appia. L’amministazione guidata dal sindaco Michele Sarogni ha deciso di ripercorrere questa prima fase della storia del Comune celebrando con…

Il Comune di Casapulla settant’anni fa riconquistava la sua autonomia da Santa Maria Capua Vetere e da allora sono stati tanti i personaggi e gli avvenimenti che hanno fatto la storia non solo della cittadina dell’Appia.

L’amministazione guidata dal sindaco Michele Sarogni ha deciso di ripercorrere questa prima fase della storia del Comune celebrando con una grande manifestazione pubblica la ricorrenza.

Sindaco e giunta hanno deciso di farlo attraverso i volti e le parole degli interpreti di questi settant’anni assegnando un riconoscimento a tutti i personaggi che l’anno scritta.

Sabato, nella sala consiliare, infatti, è stata consegnata una targa a tutti i sindaci che hanno guidato l’amministrazione. E’ stata l’occasione per ricordare figure come Maria Michela Lieto, primo sindaco donna d’Italia, o del leader socialista Pasquale D’Albore, figura chiave per la sua qualità politica e il suo carisma non solo a Casapulla. E’ tornato a parlare in pubblico Michele Orlando, per due volte sindaco a cavallo tra gli anni 80 e 90, gentiluomo di una politica che non c’è più che nel saluto alla “sua” comunità ha sottolineato di aver svolto il ruolo di sindaco «sempre e solo con spirito di servizio a disposizione di Casapulla e della crescita del Comune». Oltre agli amministratori, Sarogni ha voluto premiare anche le imprese che hanno fatto la storia del Paese e quelle che si sono distinte per meriti nell’ultimo periodo istituendo un vero e proprio premio impresa Casapulla 2017. Il primo cittadino ha invitato i vincitori del premio a mettersi assieme e a lanciare un vero e proprio brand con le eccellenze casapullesi. «Tenere assieme tutti i prodotti della nostra città può significare dare ancora più forza alle vostre aziende e nel contempo – ha detto il sindaco – consolidare il nome di Casapulla». Per il settantesimo anniversario è stata anche composta una marcia dal maestro Francesco Santillo che pure ha ricevuto un riconoscimento. Ad affiancare il sindaco Sarogni, l’assessore alla Cultura Anna Di Nardo, e don Andrea Monaco, guida spirituale della comunità di Casapulla da oltre mezzo secolo. Al termine dell’evento è stata scoperta una bacheca con tutti i nomi dei sindaci e le loro firme originali che hanno guidato Casapulla. Ecco l’elenco completo dei premiati:

Sindaci presenti Eredi di Amedeo Natale moglie e figlio Ubaldo

Eredi di Maria Michele Lieto dott. Vitelli

Eredi Bosco Luigi Francesco Bosco

Sodano Francesco

Eredi Mario Granatello moglie e figli

Michele Orlando

Agostino Antonio Sarogni

Mario Di Cecio

Per D’Albore e Ferdinando Bosco è arrivata una lettera

Premio impresa Casapulla 2017

Il giardino di Ginevra

Pizzeria La famiglia

Azienda agricola Villa Sorbo

Fabbrica del torrone M.L. Trepiccione

Eredi Crocco Pietro

Eredi Crocco Nicola

Ristorante ‘O Caprettar

Ristorante Mastroianni

Salumeria Piccicacchi

Tabacchino Nicola Mastroianni

Bar Trepiccione

Nipote Bar Maccariello

Amodio Consiglia

Salumeria Natale

Eredi Fabbrica del torrone Maddaluna

Eurofoto di Matrona Zibella e Di Giovanni

Macelleria Orlando Antonio

Macelleria Siviero Donato

Farmacia Natale

La dolce Sosta

Fornaci Saputo

Eredi Dragone Alfonso

 

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *