Trovata morta in hotel: gioco erotico finito male

CASERTA – Aveva condiviso la camera d’albergo con  la 55enne tunisina Aicha Shili, ora si ritrova  indagato il casertano G.L.l’accusa contestata a suo carico , che risulta anche con precedenti per furto, sarebbe al momento quella di omicidio preterintenzionale.

La donna tunisina è stata trovata senza vita mercoledì scorso in un hotel a due stelle in via San Zanobi a Firenze. Probabile un gioco erotico finito male, la causa del decesso.

La 55enne potrebbe essere deceduta, per cause in corso di accertamento, durante un rapporto sessuale. Sarebbe questa una delle ipotesi al vaglio dei carabinieri. Secondo quanto appreso, i medici che hanno eseguito l’autopsia avrebbero notato altri segni sospetti sul corpo della donna, oltre a quelli già riscontrati dal medico legale intervenuto sul posto, in particolare nella parte posteriore del collo.

La donna, sposata e residente in provincia di Firenze, ha effettuato il check-in nell’hotel lunedì scorso insieme al 56enne, che al momento sarebbe indagato per omicidio preterintenzionale.

All’hotel avevano pagato la camera per una sola notte. Il martedì mattina però il 56enne si sarebbe presentato alla reception e avrebbe chiesto di restare un’altra notte.