Via Borsellino, nuovo e terribile incidente, conducente al civile, si teme per la sua vita

Pochi minuti fà, in via Paolo Borsellino a Caserta, a pochi metri di distanza dal Palafrassati, un giovane a bordo di una moto honda cbr1000, si è scontrato violentemente una Opel SW che, a dire di alcuni testimoni sembra stesse effettuando una inversione di marcia. Questo per la cronaca è il terzo incidente avvenuto, nel solo…

Pochi minuti fà, in via Paolo Borsellino a Caserta, a pochi metri di distanza dal Palafrassati, un giovane a bordo di una moto honda cbr1000, si è scontrato violentemente una Opel SW che, a dire di alcuni testimoni sembra stesse effettuando una inversione di marcia. Questo per la cronaca è il terzo incidente avvenuto, nel solo mese di febbraio, in questa zona.

Il violento urto,  sembra abbia anche incastrato il giovine sotto all’autovettura tamponata.

Grazie all’intervento veloce ed efficace dei vigili del fuoco del comando provinciale di Caserta si è consentita  l’estrazione veloce del ragazzo, il quale è stato soccorso prontamente dal medico e dagli infermieri del 118 accorsi sul posto è stato condotto d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale civile di Caserta.

Il giovane di cui forniamo le iniziali P.G. versa in condizioni critiche.

Vi terremo  informati nelle prossime ore sul decorso di una prognosi che al momento non può che essere riservata,

Alla luce dei fatti, crediamo che sarebbe il caso di intervenire, per evitare che accadano questi tragici episodi, e sarebbe anche ora che il pericolosissimo spartitraffico che incanala le auto e i veicoli in direzione Iperion e ultimo tratto di via Laviano, fosse modificato e trasformato in una rotatoria.


AGG. ORE 17.20 – Il giovane P.G, 25 anni di Caserta, coinvolto nel pauroso sinistro stradale delle 13 e 15 in via Borsellino, all’altezza del cinema Palafrassati  ricoverato in codice rosso, per politrauma e gravi lesioni toraciche, ora è  in sala operatoria.

Dalle notizie trapelate, sembra che  l’intervento riguarderà il bacino. A quanto pare non dovrebbero esserci trauma cranici pericolosi, ma su questo, chiaramente anche per ovvie ragioni di privacy, non filtrano molte notizie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *