Battiloro: «Usate solo gli occhiali»

In questo periodo di «utilizzarle il meno possibile», preferire comunque quelle "usa e getta" e, meglio ancora, «utilizzare gli occhiali».

“La congiuntivite è uno dei primi sintomi dell’infezione coronavirus, accompagnata da febbre alta e quindi seguita dagli altri sintomi ben noti, come tosse, vomito ecc.

Lo aveva ben compreso Li Wenliang, l’oculista 34 enne di Wuhan che per primo in Cina comprese la presenza di una nuova terribile epidemia e diede l’allarme nel dicembre scorso.

Non fu capito, anzi fu messo a tacere. Solo ora, alla sua morte, è diventato un eroe, che va ricordato per il suo impegno e la sua attenzione verso un segnale clinico ben preciso.

Uno dei primi sintomi per il terribile coronavirus ma estremamente diffuso per altre ragioni: si tratta di una infiammazione che insorge per svariati motivi, colpisce milioni di italiani e che, se affrontata in modo appropriato, non porta ad alcuna conseguenza.

Non va banalizzata, ma non vanno create psicosi in caso di insorgenza in queste settimane. Basta rivolgersi ad un oculista che saprà valutare il da farsi”.

È questo l’appello dello specialista Dott. Giuseppe Battiloro: ‘Le norme igienico-sanitarie che abbiamo imparato a rispettare in questo periodo aiuteranno ad evitare il rischio di contagio. Da evitare le lenti a contatto, possibile veicolo per il coronavirus, e la raccomandazione a utilizzare esclusivamente gli occhiali.

La cosa importante è non toccare mai gli occhi in caso di prurito o fastidio perché il Covid19 predilige la congiuntiva come via d’ingresso nell’organismo’.